Come salvare il Mercatino Americano?

Tutti i livornesi si ricordano quando il Mercatino Americano era in piazza XX Settembre. D’accordo, ultimamente la piazza e gli stand erano diventati inguardabili, sporchi, trasandati.

Comunque adesso il mercatino, da un bel po’, è stato spostato laggiù, verso la stazione marittima, a due passi dal centro ma che sembra lontano da tutto e da tutti. Gli stand sono diventati più belli, c’è tanto spazio e la qualità della mercanzia sembra addirittura migliorata. Però quando vai lì non si respira più quell’aria che c’era in piazza XX. Intanto molti stand sono chiusi, alcuni perché hanno fatto festa, altri sono stati adibiti a magazzino. Conclusione: entro e vedo metà dei negozi aperti, di gente ce n’è poca, e i commercianti si lamentano non poco della situazione. Non so quale potrebbe essere la soluzione per far “rinascere” questo mercato, ma forse i commercianti stessi – che hanno un comitato – dovrebbero mettere delle regole. Intanto niente più magazzini: chi gestisce uno degli stand dovrebbe rimanere aperto al pubblico. Poi fare un po’ di pubblicità mirata e richiamare nuovi commercianti affinché prendano in affitto gli stand. È un peccato che il Mercatino debba morire (ma non è detta l’ultima parola), ed è un peccato che le istituzioni non facciano niente per salvarlo. Io al Mercatino ci vado spesso, perché davvero quando ho bisogno di qualche camicia, o pantalone o felpa trovo sempre quello che mi piace, a un prezzo giusto e di qualità. Forza livornesi, diamo una mano a questi ragazzi, torniamo al Mercatino Americano.

Rossano Bi