Garante dei detenuti: non mi candido!

 In relazione al recente bando del Comune di Livorno per la nomina di un Garante dei detenuti per il territorio livornese, segnalo che anche se ne avessi i requisiti, io non presenterei la mia candidatura perché vi sono già molti che seguono i 

detenutidetenuti: giudici, avvocati, educatori, medici, psicologi, psichiatri, assistenti sociali, volontari, consiglieri regionali, parlamentari, giornalisti, familiari, amici, ecc. Pertanto, ritengo che questa figura rappresenti, oltre che uno spreco (poco o tanto) di denaro pubblico, anche un'ulteriore occasione per appesantire i già gravosi compiti della polizia penitenziaria.

 

Gennaro (Roberto) Ceruso – cittadino interessato agli aspetti organizzativi delle pubbliche amministrazioni.