Attualità

Harborea 2019, festa delle piante e dei giardini d’oltremare

  • Pubblicato: Martedì, 08 Ottobre 2019 09:51
  • Scritto da Cortex

È in dirittura d’arrivo l’organizzazione della 9°edizione di Harborea, Festa delle Piante e dei Giardini d’Oltremare, in programma nelle giornate dell’11, 12 e 13 ottobre prossimi nel parco di Villa Mimbelli (via San Jacopo in Acquaviva).
La mostra mercato di giardinaggio, che a buon diritto si inserisce nel circuito delle mostre più qualificate d’Italia, riserva grandi novità e curiosità da non perdere. Saranno ben 32 le “new entry” in esposizione quest’anno, ovvero nuovi espositori che andranno ad arricchire il ventaglio delle varietà botaniche in mostra, e saranno numerosi gli esperti botanici che intratterranno il pubblico nei Caffè Letterari con curiosità sul tema del verde. Per chi sta cercando piante e idee per il proprio giardino e per far fiorire davanzali e stanze della propria casa Harborea rappresenta dunque un appuntamento irrinunciabile.
Harborea – come tengono a sottolineare le organizzatrici del Garden Club Livorno che da nove anni promuovono insieme al Comune di Livorno l’evento – non è semplicemente una mostra-mercato ma un’occasione preziosa per “immergersi” in un mondo botanico ed avere la possibilità di conoscere piante insolite e particolari grazie alla presenza di espositori altamente selezionati.
Ad Harborea tutto è strettamente collegato al verde: piante e derivati delle piante, arredi e illuminazione da giardino, degustazioni e oggettistica, fino alla cura e alla cosmesi naturale.
Numerose anche quest’anno le eccellenze del mondo florovivaistico ( circa un centinaio ) che torneranno a colorare per tre giornate ottobrine il parco. Non mancheranno le rose, elette a simbolo della manifestazione, piante rare ed esotiche, magnolie, ortensie, arbusti inusuali, erbe ornamentali e aromatiche, piante acquatiche, ciclamini, orchidee e bambù, ma anche alberi da frutto, bulbi di tulipani e iris, hibiscus e buddleje, più conosciute come piante delle farfalle.
Per chi è frequentatore di Harborea sa bene che ogni anno la manifestazione propone un programma di iniziative quanto mai vario che consente di trascorrere un’intera giornata all’interno del parco.
Accanto agli espositori tornano i Caffè Letterari con un ricco carnet di esperti botanici. Quest’anno tra i relatori il noto architetto di giardini Paolo Pejrone e la critica enogastronomica Eleonora Cozzella che parlerà del bambù edule. Tre giornate di incontri scandite da tre indirizzi sui quali conversare: “In nome della Rosa” con la scrittrice Nicoletta Campanella che farà un focus sulle rose Miniatura, “Il Giardino del tempo” e “Le piante dell’Impossibile”.
Non mancheranno laboratori per bambini, lezioni di decorazione floreale , percorsi guidati tra gli espositori con il maestro giardiniere Carlo Pagani e musica nell’ottocentesco teatrino collocato al centro della festa.
Harborea 2019 si riconferma dunque un evento importante per la città e non solo; una tre giorni ricca di stimoli creativi e culturali.
In conformità alla natura Green, quest’anno Harborea sarà interamente Plastic Free: durante la manifestazione le dimostrazioni e degustazioni saranno servite in stoviglie biodegradabili e compostabili oppure lavabili e riutilizzabili.
La mostra-mercato
Saranno numerosi anche per questa edizione 2019 gli espositori che hanno scelto Livorno per presentare la loro produzione. Circa un centinaio ( le conferme spesso arrivano all’ultima ora) di cui ben 32 per la prima volta nella nostra città. Si tratta di nuovi espositori, scelti attraverso una selezione accurata della dott.ssa Paola Spinelli, curatrice della manifestazione, che cerca ogni anno di proporre novità botaniche e nuove esperienze di coltivazione.
Da segnalare, di fama internazionale, il vivaio di Dino Pellizzaro. Di origine italiana, ma naturalizzato francese, questo signore burbero e bonario allo stesso tempo lavora sulle colline di Vallauris, il paese della Costa Azzurra in cui Picasso scelse di vivere per molti anni. Quello di Pellizzaro è uno dei più quotati vivai europei di piante rare ed esotiche adatte al clima mediterraneo. La settimana prima di Harborea espone in Inghilterra, dove è sempre atteso come un guru del giardinaggio internazionale più raffinato. Viene da poco lontano, dal Pisano, il vivaio Piante Innovative. Il suo titolare Paolo Gullino è un giovane che non teme di perdere tempo a raccontare le sue piante inusuali, il più delle volte alimentari o officinali. Paolo ha un piccolo banco allestito con mille piante diverse di tutto il mondo, ognuna delle quali merita attenzione. Quasi locale (fa base nel Lucchese a Capannori) anche il vivaio La casina di Lorenzo, conosciuto in tutta Italia per la produzione di piante esotiche e per le collezioni di magnolie, rampicanti, arbusti inusuali, una selva di 1200 specie e varietà di piante coltivate da Davide Picchi in un vivaio giardino un po’ magico. Significativa la rappresentanza a Harborea dei produttori di erbacee perenni più di tendenza in Italia. Zanelli Mauro vivai di Montichiari (BS) è noto per la grande cura con cui introduce in Italia e colleziona affascinanti varietà nuove di erbe ornamentali da foglia e da fiore. Vero cultore delle novità sofisticate, ha però il grande pregio di offrire solo piante rustiche, in grado di vivere anche nel giardino di chi non ha propriamente il pollice verde. Colleziona di tutto, spesso avvalendosi della collaborazione con centri di ricerca e università in Belgio, Olanda e Giappone. Son due giovani, Andrea e Federico, i titolari del vivaio I giardini dell’Indaco di Cremona, una delle realtà emergenti italiane nell’ambito delle erbacee perenni. Soprattutto Andrea, con molta competenza, buon gusto e parlantina sciolta, è in grado di dispensare i consigli giusti per far fiorire i giardini livornesi tutto l’anno. È di Massa Macinaia (LU) il vivaio Il posto delle margherite, specializzato in erbacee perenni adatte a terreni aridi e ventosi. Lo stand di graminacee e piante da fiore da prateria asciutta che Valeria, architetta di formazione e vivaista per scelta, allestisce da anni a Harborea è una tappa obbligata per i visitatori con giardino al mare. Ci saranno, come conferma della considerazione per i livornesi, i più quotati vivaisti storici di rose, Rose Barni di Pistoia. Non mancherà anche Vivai Tara di Bolsena con le ortensie e le magnolie più straordinarie d’Italia, comprese (per la felicità dei collezionisti) le piante presentate per la prima volta sul mercato nel maggio scorso al Chelsea Flower Show di Londra. Dalla stessa località proviene Le aromatiche di Bolsena, vivaio diventato famoso per il fornitissimo catalogo di erbe aromatiche. I visitatori potranno scegliere piante acquatiche per il laghetto e per la fitodepurazione nello stand di I Campi di Ninfa, un interessante vivaio di Massaciuccoli che porterà anche piante dei giardini ottocenteschi ; piante grasse da collezione dal vivaio Ermini e Mangani di Impruneta, ciclamini delle nuove varietà dal piemontese vivaio Soria, orchidee dal vivaio grossetano Il sughereto ed una delle più importanti collezioni di Bambù dai vivai Michelucci. E poi tutte le meraviglie del vivaio livornese Il giardino Signorini, noto a livello locale per la progettazione e realizzazione di giardini e da poco scoperto a livello nazionale per la competenza botanica e la qualità delle collezioni vivaistiche del titolare, Andrea Signorini.
Harborea ricorderà ai visitatori giardinieri o apprendisti tali che nei giorni di ottobre in cui si svolge la manifestazione inizia la campagna autunnale di piantagioni. Per esempio offrirà i suoi alberi da frutto di varietà antiche toscane, e non solo, l’importante vivaio di Lastra a Signa Belfiore Vivai, considerato tra i maggiori scopritori e riproduttori di piante da frutto della tradizione italiana. Per far fiorire la primavera, Carla Ferri, titolare del vivaio Bulbettando porterà in mostra una selezione di bulbi; da tenere d’occhio la sua ricchissima collezione di iris e tulipani.
Dei 32 nuovi stand presenti da segnalare inoltre Sgaravatti Group che da duecento anni coltiva con amore i fiori e le piante che nascono e crescono in Sardegna. Trentadue ettari di azienda , di cui 10 coltivati a prato, 3 di serre e 19 a vivaio, rappresentano una delle più importanti realtà del florovivaismo; con oltre 200 varietà di Hibiscus, rappresentano attualmente la più importante collezione di tutta Italia e una delle più importanti d'Europa.
Sarà impensabile non soffermarsi allo stand della Fattoria Didattica Sm che proporrà una dimostrazione di giardino verticale e come si realizza un corner garden dedicato alla salute della persona, alla difesa contro le zanzare, al primo pronto soccorso. Sempre nello stand anche un esemplare “forma” realizzata in arte topiaria, che fornisce l’occasione per parlare della cura dei giardini storici e della regola della “tosatura” delle siepi .
Quest’anno ad Harborea ci saranno anche le buddleje, più comunemente conosciute come piante delle farfalle, caratterizzate da una folta fioritura, dal profumo intenso e dal sapore di miele. A proporle sarà la ditta Piante Biagini con sede a Pistoia con una collezione di alcune varietà “Davidii”, “Weyeriana” e “Alternifolia”.
E dalla pianta del caffè e da quella del cacao, un mix travolgente: il cioccolato Giovannini presente con uno stand che proporrà cioccolatini fondenti a base di caffè, senza l’utilizzo di aromi.
Premiazione ViviVerde Livorno 2019 “Adotta un’aiuola”
Nel contesto della manifestazione di Harborea sarà presente anche l'iniziativa ViviVERDELivorno, il concorso rivolto ai cittadini per rendere sempre più verde e curato il tessuto urbano.
Quest’anno ViviVERDELivorno 2019 si presenta in una veste nuova. Anzi dedica il concorso sui giardini e realizzazioni verdi, giunto al quarto anno, a un'edizione molto speciale dal titolo significativo : "Adotta un'aiuola". Il comitato di giuria dell'organizzazione del Garden Club Livorno ha contattato e visitato gli spazi verdi pubblici curati da associazioni, ditte e privati nell'ambito degli accordi stipulati con il Comune. Si tratta dei cosiddetti Patti di collaborazione del Regolamento Beni Comuni in base al quale la cittadinanza può diventare parte attiva nella capillare e quasi quotidiana  manutenzione così necessaria per un buon mantenimento del verde e del decoro urbano.
Nel pomeriggio inaugurale di Harborea, venerdì 11 ottobre, verranno raccontate e premiate alcune di queste esperienze così da far conoscere e diffondere, come successo già in molte altre città italiane, anche a Livorno questa buona pratica, fonte non solo di bellezza, ma anche di amore, salute e relazioni. È una prima rassegna ma, dal primo esempio di adozione della bellissima rotatoria dei Quattro Mori, premiata ViviVERDELivorno 2018, realizzata quale landmark del Rotary Club Livorno con vegetazione ondeggiante al vento che richiama il movimento del mare, passando per le realizzazioni di questa edizione 2019, si auspica che ne seguano tante altre.
Programma
Harborea 2019

Venerdì – Sabato – Domenica
Giardino di Villa Mimbelli
Mostra Mercato di piante, erbe, fiori, piante esotiche, spezie e sementi
Mostra Mercato di arredi da giardino e prodotti eno-gastronomici biologici tipici e dimenticati
Apertura mostra: venerdì 14.30-18.30 – sabato e domenica 9.30-18.30
Stand Garden Club – Venerdì 11, Sabato 12 e Domenica 13 (orario mostra)
Lezioni di Decorazione Floreale – Insegnanti Maisi Razzauti, Renata Menicagli e Stefania Guidotti
Per info e prenotazioni telefonare al 380.5271325 dalle 12.30 alle 14.30 e dopo le 18 da lunedì 30 settembre. Per le lezioni agli adulti, contributo di € 15 comprensivI del materiale di cui € 5 interamente destinati alla sistemazione del giardino di Villa Mimbelli. Per le lezioni ai bambini, contributo di € 10.
Limonaia di Villa Mimbelli – Ludoteca “La serra incantata”
Laboratori per bambini: realizzazione creazioni artistiche attraverso l’utilizzo di materiali naturali
Sabato 12 Ottobre 16.00-19.00 Esplosione di fiori.
Domenica 13 Ottobre 10.00-12.00 Rose in fiore, 15.00-19.00 Paper Plant
(Si ringrazia per la collaborazione la cooperativa Koalaludo – Progetto A – Agave)
Sabato 12 ottobre si svolgerà a Livorno, nel salone degli specchi, gentilmente concesso dal Comune, l’assemblea nazionale dell’AGI (associazione giardini italiani). Saranno presenti nella nostra città 20 associazioni botaniche provenienti da tutt’Italia. Dopo la riunione i partecipanti visiteranno gli stands di Harborea accompagnati dal Maestro Carlo Pagani.
Venerdì 11 ottobre 2019
ore 14:30 - 18:30
Giardino di Villa Mimbelli
Apertura mostra mercato
ore 14:30
Giardino di Villa Mimbelli
Inaugurazione
con la fanfara della Marina Militare alla presenza delle autorità e Garden Club
ore 16:15
Giardino di Villa Mimbelli
In nome della rosa
a cura di Silvia Menicagli
Caffè letterario
ore 16:30
Giardino di Villa Mimbelli
Nicoletta Campanella
Storia di una classe romantica
ore 16:45
Giardino di Villa Mimbelli
Michela Fiorenza
La rosa antica ritorna a fiorire nei giardini di Pompei
ore 17:30
Giardino di Villa Mimbelli
Premiazione espositori segnalati e concorso ViviVerdeLivorno edizione speciale "Adotta un'aiuola"
ore 18:30
Giardino di Villa Mimbelli
Brindisi inaugurale
Sabato 12 ottobre 2019
ore 9:30 - 18:30
Giardino di Villa Mimbelli
Apertura mostra mercato
ore 10:30
Giardino di Villa Mimbelli
Fiori, foglie e bacche per una tavola in festa
Portare delle forbici da fiori!
adulti
ore 15:30
Giardino di Villa Mimbelli
Decoratori in erba: Un coniglietto bruca nel prato fiorito
Portare delle forbici a punta tonda!!!
Bambini e bambine 5-9 anni
ore 11:00
Giardino di Villa Mimbelli
Il giardino del tempo
Caffé letterario
ore 11:00
Giardino di Villa Mimbelli
Elena Accati
Il giardino dei frutti perduti
presentazione di Agnese Fornaris
ore 11:30
Giardino di Villa Mimbelli
Carlo Pagani
Piante dimenticate. Piante e bordure in uso nei giardini in tempi passati
A seguire passeggiata tra i vivaisti col maestro giardiniere.
ore 13:00
Giardino di Villa Mimbelli
Spazio musicale
ore 15:00
Giardino di Villa Mimbelli
Tessa Matteini
Il tempo del giardino storico. Strategie e strumenti per la conservazione attiva e inventiva.
ore 15:45
Giardino di Villa Mimbelli
Alberto Giuntoli
La cultura dei giardini nella storia della Società Toscana di Orticoltura.
ore 16:30
Giardino di Villa Mimbelli
Rosa Sgaravatti
I mille colori dell'Hibiscus
ore 17:15
Giardino di Villa Mimbelli
Paolo Pejrone
I giardini vecchi e nuovi: il tempo e la bellezza
ore 18:00
Aperitivo al Karcadè
ore 18:30
Spazio musicale Ensample Tango
con la fisarmonica di Massimo Signorini
Domenica 13 ottobre 2019
ore 9:30 - 18:30
Giardino di Villa Mimbelli
Apertura mostra mercato
ore 10:30
Giardino di Villa Mimbelli
Raccolti nel bosco. Muschio, castagne e fiori per un centrotavola molto naturale
Portare delle forbici da fiori!
adulti
ore 15:30
Giardino di Villa Mimbelli
Fanciulle in fiore: Da una deliziosa borsina spuntano tanti fiorellini colorati
Portare forbici a punta tonda!!!
Ragazzine 9-14 anni
ore 11:00
Giardino di Villa Mimbelli
Le piante dell'impossibile
Caffè letterario
ore 11:00
Giardino di Villa Mimbelli
Diego Barsotti
Riduzione Riuso Riciclo. Le buone pratiche per la corretta gestione dei rifiuti
ore 11:30
Giardino di Villa Mimbelli
Valentina Pieri
I roof-gardens. Importanza e utilità dei giardini sui tetti
ore 12:30
Giardino di Villa Mimbelli
Spazio musicale Orchestra Borsi
Concerto con gli alunni della scuola Borsi
ore 15:00
Giardino di Villa Mimbelli
Alfrisio De Vita
La banca delle orchidee. Grande collezione italiana di orchidee, banca di biodiversità
ore 15:45
Francesco Mangano
L'uomo dell'orto sull'albero
ore 16:30
Giardino di Villa Mimbelli
Eleonora Cozzella
Non solo per i panda: le virtù gastronomiche del bambù
ore 17:30
Giardino di Villa Mimbelli
Degustazione di prelibatezze al Bambù
ore 18:00
Giardino di Villa Mimbelli
Concerto con il coro Rodolfo Del Corona
Info: https://www.harborea.com/

  

 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie