Attualità

Il mercatino del venerdì torna per Santa Giulia

  • Pubblicato: Giovedì, 21 Maggio 2020 10:07
  • Scritto da Cortex

I commercianti dovranno osservare misure specifiche di prevenzione igienico-sanitaria e di sicurezza.
Riapre I battenti il mercatino del venerdì dopo due mesi di blocco in seguito al DPCM del 10 marzo.
Un'ordinanza del sindaco Salvetti permette lo svolgimento del mercato venerdì prossimo 22 maggio, giorno in cui a Livorno si festeggia la patrona della città, Santa Giulia.
“Le associazioni di categoria Anva Confesercenti e Fiva Confcommercio” afferma il Sindaco “avevano chiesto l'autorizzazione di poter svolgere il mercato in via dei Pensieri e via Allende il 22 anche se giorno festivo. Mi è sembrato giusto, vista la chiusura durata più di 2 mesi, dare la possibilità ai commercianti di lavorare anche in un giorno di festa”.
Ogni operatore dovrà avere la mascherina ed esporre un cartello con istruzioni di comportamento e gel per le mani. Lo spazio laterale tra I banchi sarà chiuso per evitare assembramenti.Ogni operatore dovrà segnalare davanti al proprio banco, per terra con spray o nastro, la distanza da mantenere tra i clienti, istituendo un virtuale corridoio di vendita/scorrimento persone. Per i banchi con vendita tramite stands o «girelli», saranno istituiti un ingresso ed una uscita, facendo entrare i clienti uno alla volta.
Il DPCM del 17 maggio e l'Ordinanza Regione n. 57 del 17 maggio hanno confermato la possibilità di riapertura dei mercati, sospesi a causa dell'emergenza sanitaria, dal 18 maggio.
Dato molto importante per i commercianti è che il mercato è già conteggiato nella Tosap 2020.
Dovranno essere osservate le misure specifiche di prevenzione igienico-sanitaria e di sicurezza, come di seguito riportato:
La disposizione dei posteggi di vendita è quella risultante dalle planimetrie trasmesse al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Livorno in data 18/05 -in atti prot. n. 51427- salvo gli aggiustamenti concordati sul posto e risultanti dalla segnaletica provvisoria apposta in loco.
Qualora il cantiere attualmente presente in via Dei Pensieri, di fronte allo Stadio “A. Picchi” non possa essere ultimato, con chiusura dei relativi scavi, entro la data di apertura del mercato del 22 maggio, nella tratta interessata sarà istallata un’unica fila di banchi.
ZONA STADIO. Modifica della fila dei banchi lato stadio con spostamento della stessa il più possibile lato mare, lasciando libero accesso per il bar dello stadio. Nel punto dove è presente il cancello, il banco interessato resterà al suo posto. L'allargamento della corsia centrale tra le due opposte file di banchi facilita lo scorrimento della clientela ed evita problemi di assembramento.
VIA DEI PENSIERI tratto sud. Occupazione da parte dei banchi lato monte (campo da Rugby), della corsia di emergenza situata dietro i banchi, lasciando liberi i marciapiedi per il passaggio di disabili, clientela, genitori con carrozzine, accesso condomini. L'allargamento della corsia centrale tra le due opposte file di banchi facilita lo scorrimento della clientela ed evita problemi di assembramento.
VIA ALLENDE. Occupazione corsia di emergenza lato parcheggio Via Gioberti e piscina comunale, lasciando libero il marciapiede e consentendo l'accesso, in sicurezza, alla piscina/bar e alle altre attività sportive -qualora si rendessero nuovamente in esercizio – sia dei praticanti che delle eventuali squadre di soccorso. L'allargamento della corsia centrale tra le due opposte file di banchi facilita lo scorrimento della clientela ed evita problemi di assembramento.
Gli allargamenti delle suddette corsie centrali dovranno consentire la larghezza minima della corsia di passaggio per i mezzi di soccorso che, come indicato dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Livorno, non dovrà risultare, in ogni punto, inferiore a mt. 3,50 (anche in altezza fino a mt. 4,00).
Su tutto il mercato, la profondità di ingombro dei banchi dovrà essere tassativamente contenuta entro i 5 (cinque) metri compreso i furgoni.
Dovranno essere mantenuti liberi da ostacoli i varchi (di ampiezza almeno mt. 3,50) presenti in via Dei Pensieri nei seguenti punti: accesso alla curva nord dello stadio, intersezione con via S. Allende e con via Macchiavelli, ingresso ex stalle Ippodromo Caprilli ed ingresso albergo “Atleti” nonché l’intera corsia di accesso al parcheggio del Campo Scuola.
Dovrà essere prevista la presenza di personale dell’organizzazione che possa agevolare l’esodo delle persone ed il passaggio dei mezzi di soccorso nella tratta via Dei Pensieri (per l’intera lunghezza) – via S. Allende.
Lo spazio laterale tra i banchi dovrà essere chiuso, in modo da evitare assembramenti intorno agli stessi, e la vendita dovrà avvenire solo frontalmente. Ogni operatore dovrà segnalare davanti al proprio banco, per terra con spray o nastro, la distanza da mantenere tra i clienti, istituendo un virtuale corridoio di vendita/scorrimento persone. Verrà chiusa, con nastro bianco/rosso anche la parte dietro i banchi, laddove non siano già chiusi da muri o recinzioni. Per i banchi organizzati con vendita tramite stands o «girelli», ogni operatore dovrà istituire un ingresso ed una uscita, facendo entrare i clienti uno alla volta.
Ogni operatore dovrà avere mascherina, esporre un cartello con istruzioni di comportamento e gel per le mani.
Per le prime due edizioni del mercato verrà sospesa la spunta dei posteggi temporaneamente liberi.
La nuova segnaletica dei posteggi sulla sede stradale, è realizzata in via provvisoria dalle associazioni di categoria secondo le indicazioni dell'Amministrazione Comunale.
Le transenne verranno posizionate dall'ufficio Economato del Comune e rimosse dall'ufficio Economato al termine delle operazioni di pulizia/sanificazione di AAMPS; le stesse dovranno essere posizionate, nel tratto di intersezione tra via Allende e via Gioberti in modo da segnalare e tenere separati, in sicurezza, i flussi veicolari, dall’ingombro dei banchi dell’area mercatale.
I bagni a servizio del mercato presenti all’interno dello Stadio comunale verranno sottoposti ad attività di ripristino e sanificazione prima dell’edizione del 22 maggio e, per i mercati successivi, durante e dopo ogni edizione.
La Polizia Municipale si occuperà di vigilare sulla corretta applicazione delle misure previste dall'Ordinanza. La responsabilità dei protocolli di sicurezza anti-contagio è a carico di ogni singolo operatore commerciale anche per ciò che concerne la gestione della clientela.
L'Ordinanza ha validità fino al termine di vigenza dello stato di emergenza (31 luglio 2020), o comunque fino alla data di cessazione delle misure nazionali di contenimento statali e regionali.
Per permettere il regolare svolgimento del mercatino è istituito il divieto di transito e di sosta con rimozione forzata su entrambi i lati in via dei Pensieri nel tratto compreso tra via degli Oleandri e piazzale Montello ed in via Salvator Allende.
Viene creata una idonea corsia per il passaggio dei mezzi in servizio di soccorso e/o emergenza (non inferiore a metri 3,50 in larghezza e in posizione centrale rispetto alla carreggiata) in via dei Pensieri nel tratto compreso tra via degli Oleandri e piazzale Montello e in via Allende, nonché in via dei Pensieri (lato est) nel tratto compreso tra la corsia lato nord di piazzale Montello e l'accesso a Largo Valaperti.
Si istituisce il divieto di sosta con rimozione forzata in entrambi i lati in via Gioberti nel tratto compreso tra via Cattaneo e via Allende.
Si prevede la deviazione della linea di T.P.L. “5” nell'itinerario alternativo già previsto per le giornate ordinarie del Mercato del Venerdì.
Limitatamente alle operazioni di montaggio banchi, i veicoli degli operatori del mercato agricolo riguardante l'area attigua al costruendo Centro del Riuso, sono autorizzati a percorrere la corsia compresa tra via Cattaneo e il Centro suddetto (adiacente il Centro di Raccolta AAMPS), nella quale attualmente vige il divieto di accesso. Dovranno procedere a passo d'uomo e adottare le necessarie precauzioni al fine di non creare situazioni di pericolo.

  

  

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie