Cronaca

Andrea Palagi, l’imprenditore livornese di 52 anni, arrestato in Brasile

È accusato di bancarotta fraudolenta, distrazione di beni aziendali e sottrazione di documentazione.

Andrea Palagi si era ormai trasferito da tempo a San Paolo del Brasile per lavoro ma l'Interpol lo ha scovato e gli ha notificato un ordine di custodia firmato dal giudice livornese Antonio Del Forno che lo accusa di avere sottratto, o meglio, distratto fondi per circa 400mila euro.

Il denaro lo avrebbe sottratto alla sua stessa azienda, e sarebbe servito per pagare i creditori. Un giro di soldi sofisticato, ma che non è sfuggito a chi ormai aveva messo gli occhi sull’imprenditore. Nel 2008 l'azienda di Palagi, che si occupava di installazione e manutenzione di ascensori, aveva cambiato nome in Aurora Ascensori: i controlli della Guardia di Finanza ha accertato i presunti ammanchi nei bilanci proprio in quell’azienda.