Cronaca

Al Palazzo Pancaldi il 167º Anniversario della fondazione della Polizia di Stato

  • Pubblicato: Venerdì, 12 Aprile 2019 16:00
  • Scritto da Cortex

Oggi venerdì 12 aprile 2019, alla presenza di Autorità civili e militari, è stato celebrato il 167° Anniversario della fondazione della Polizia di Stato. La manifestazione celebrativa si è tenuta presso il centro convegni “Palazzo Pancaldi”.

La cerimonia si è svolta secondo il seguente programma:
-rassegna dei reparti;
-discorso del Questore
-consegna dei riconoscimenti per meriti di servizio al personale della Polizia di Stato
-onori ai caduti.
Il tema della celebrazione “Esserci sempre”, il popolare hashtag della Polizia di Stato, anche quest’anno è stato scelto per sottolineare il ruolo sociale della Polizia di Stato e l’attenzione che si vuole costantemente riservare ai bisogni dei cittadini in materia di sicurezza.
Ricorre quest’anno anche il 60° anno dall’istituzione dell’allora Corpo di Polizia Femminile, che ha dato possibilità alle donne di far parte della Polizia di Stato, ricoprendo a pieno titolo ed a tutti i livelli un ruolo fondamentale.
Nel corso della cerimonia è stato premiato il seguente personale appartenente alla Polizia di Stato:
PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO
ALL’ASSISTENTE CAPO COORDINATORE DELLA POLIZIA DI STATO FABIO BARATELLA, PROMOZIONE ALLA QUALIFICA DI VICE SOVRINTENDENTE
MOTIVAZIONE
Evidenziando eccezionale abnegazione, non comune determinazione operativa ed incurante del pericolo, espletava una delicata operazione di Polizia Giudiziaria finalizzata al controllo del trasporto professionale di merci e passeggeri ed al contrasto del terrorismo internazionale mediante utilizzo di mezzi pesanti carichi di esplosivo. Nella circostanza, mentre era alla guida dell’autovettura di servizio ed intento ad immettersi in una importante arteria stradale, rimaneva coinvolto in un incidente, riportando gravissime lesioni che ne provocavano la morte.
Chiaro esempio di abnegazione ed alto senso del dovere.
Livorno, 30 gennaio 2019
PROMOZIONE PER MERITO STRAORDINARIO
AL VICE ISPETTORE DELLA POLIZIA DI STATO GINO GABRIELLI,
PROMOZIONE ALLA QUALIFICA DI ISPETTORE
MOTIVAZIONE
Evidenziando eccezionale abnegazione, non comune determinazione operativa ed incurante del pericolo, espletava una delicata operazione di Polizia Giudiziaria finalizzata al controllo del trasporto professionale di merci e passeggeri ed al contrasto del terrorismo internazionale mediante utilizzo di mezzi pesanti carichi di esplosivo. Nella circostanza, mentre l’autovettura di servizio era intenta ad immettersi in una importante arteria stradale, rimaneva coinvolta in un incidente a seguito del quale il dipendente riportava gravissime lesioni.
Chiaro esempio di abnegazione ed alto senso del dovere.
Livorno, 30 gennaio 2019
ENCOMIO
Al Primo Dirigente della Polizia di Stato Dr. Domenico SANNINO
In servizio presso Divisione Polizia Amministrativa e Sociale
MOTIVAZIONE:
Evidenziando spiccate capacità professionali e determinazione operativa, dirigeva un’attività di polizia giudiziaria che si concludeva con l’emissione, da parte della competente Autorità Giudiziaria, di 17 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone, resisi responsabili del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, spendita di denaro falso ed altro.
Roma, 31 marzo 2015
ENCOMIO
All’Ispettore Superiore Alessio FACCHIN
Al Sovr. te Capo Coord. Marco TANTARDINI
In servizio presso la Squadra Mobile
MOTIVAZIONE:
Dimostrando notevole professionalità ed acume investigativo, si distinguevano in un’attività di Polizia Giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due cittadini albanesi e con il sequestro di circa 37 kg di eroina e kg 1,8 di cocaina.
Livorno, 9 febbraio 2016
ENCOMIO
All’Assistente Capo Coord. Andrea VILLANI
MOTIVAZIONE:
Si distinguevano in un intervento di soccorso pubblico a favore di un nucleo familiare all’interno di uno stabile coinvolto da un incendio. Davano prova, nella circostanza, di capacità professionali e senso del dovere.
Riotorto (Livorno) 23 agosto 2016
LODE
Al Sostituto Commissario Antonio VOZZELLA
Al Sovr. te Capo Luca VANNUCCI
All’Ass. Capo Coord. Marco BULLERI
All’Ass. Capo Lorenzo LA GIOIA
In servizio presso Commissariato PS Piombino
Vice Ispettore Enrico GABBIANELLI
In servizio presso UPGSP Livorno
MOTIVAZIONE:
Per l’impegno profuso nell’espletare un’operazione di Polizia Giudiziaria che si concludeva con l’arresto di due soggetti responsabili del reato di rapina aggravata dall’uso delle armi ai danni di una farmacia comunale.
Piombino, 9 giugno 2016
LODE
All’Isp. Superiore Giuseppe RIZZA
All’Isp. Superiore Davide SCHEMBRI
Al Vice Sovr. Te Alberto DIOMAJUTA
In servizio presso la Squadra Mobile
MOTIVAZIONE:
Si distinguevano in un’operazione di Polizia Giudiziaria che si concludeva con la disarticolazione di un sodalizio criminale composto da tre cittadini colombiani, dediti alla commissione di furti in danno di persone anziane. Davano prova nella circostanza, di intuito investigativo e capacità professionale.
Livorno, 26 agosto 2016
LODE
All’Isp. Superiore Giuseppe RIZZA
Al Vice Sovr. Alberto DIOMAJUTA
In servizio presso la Squadra Mobile
MOTIVAZIONE:
Si distinguevano in un’indagine di polizia Giudiziaria che consentiva di smantellare un sodalizio criminale, dedito alla commissione di truffe ai danni di persone anziane. Davano prova, nella circostanza, di intuito investigativo e capacità professionale.
Livorno, 26 Agosto 2016
LODE
Al Sovr. Capo Gianluca PANATTONI in servizio presso UPGSP
All’Agente Sc. Giuseppe LA FIANDRA in servizio presso Frontiera M/ma
MOTIVAZIONE:
Dando prova di determinazione operativa e spirito di iniziativa, si distinguevano in un’attività di soccorso pubblico a favore di una cittadina rumena che minacciava di suicidarsi gettandosi sotto a un treno.
Livorno, 19 Maggio 2016
LODE
All’Agente Scelto Giuseppe LAFIANDRA
In servizio presso gli Uffici Frontiera Marittima
MOTIVAZIONE:
Si distingueva in un intervento di soccorso pubblico a favore di un’anziana, caduta accidentalmente all’interno del proprio appartamento. Dava prova, nella circostanza, di capacità professionali.
Livorno, 10 novembre 2016
LODE
All’Ass. Capo Matteo VOCALE
In servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico
MOTIVAZIONE:
Per l’impegno profuso nell’espletare un’operazione di Polizia Giudiziaria che si concludeva con l’arresto di un cittadino straniero, responsabile dei reati di detenzione di sostanze stupefacenti, ricettazione ed altro. Dava prova, nella circostanza, di capacità professionali.
Livorno, 13 aprile 2016
LODE
All’Ass. Capo Veronica BECUZZI
All’Ass. Capo Alessandra MARINI
In servizio presso la Squadra Mobile
MOTIVAZIONE:
Dando prova di determinazione operativa e capacità professionale si distinguevano in un’attività di Polizia Giudiziaria che si concludeva con l’arresto di tre soggetti resisi responsabili di rapina ai danni di un’anziana donna.
Livorno, 12 aprile 2016
LODE
All’Assistente Capo Giancarlo NOLFI
In servizio presso Squadra Mobile
MOTIVAZIONE:
Dando prova di determinazione operativa e spirito di iniziativa, si distingueva in un'attività di soccorso pubblico in favore di un uomo anziano in stato confusionale.
Livorno, 21 giugno 2016
LODE
All’Agente Michele CRISCI, in servizio presso la Questura di Livorno
MOTIVAZIONE:
Dimostrando capacità professionali ed intuito investigativo, espletava un’attività di polizia giudiziaria che consentiva di assicurare alla giustizia due individui non comunitari, ritenuti responsabili di detenzione, al fine di spaccio, di sostanza stupefacente.
Torino, 21 luglio 2016
Il Questore di Livorno, infine, ha consegnato altresì un attestato a 4 alunni rappresentanti delle 4 classi delle scuole primarie degli Istituti Guerrazzi ed Alberti di Cecina, in rappresentanza degli 80 giovani studenti che hanno partecipato al Concorso “Pretendiamo la legalità, a scuola con il Commissario Mascherpa”, classificandosi al 1° posto a livello provinciale ed assicurandosi così la partecipazione alla successiva selezione degli elaborati a livello nazionale.

Le foto della festa QUI (nella nostra pagina FB)

  

 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie