Cronaca

Due poliziotti salvano la vita a una 17enne pronta a suicidarsi

Il 26 dicembre intorno alle ventuno, il personale del 113 è intervenuto presso un condominio dove c’era una ragazza al quinto piano che voleva togliersi la vita.

La diciassettenne, in preda a un forte stato di agitazione psicomotoria, si era seduta con le gambe sospese nel vuoto sul traverso inferiore del telaio della finestra della propria abitazione. La ragazza era da sola in casa e nessuno poteva aiutarla. Durante le prime fasi dell’intervento, in attesa dell’arrivo sul posto dei Vigili del Fuoco e del servizio di emergenza sanitaria, due poliziotti, di cui uno di sesso femminile, cercavano di negoziare con la ragazza. Il Capo Pattuglia della Volante 1, dopo aver tentato inutilmente di aprire la porta d’ingresso dell’appartamento, con la collaborazione della vicina di casa, si portava sul terrazzo dell’appartamento adiacente da dove, salendo in piedi sul corrimano del parapetto, supportato dal Capo Pattuglia della Volante 2, si lanciava nel vuoto per raggiungere l’altro terrazzo posto ad una distanza di circa un metro e mezzo. Una volta all’interno, infrangeva il vetro della porta-finestra e apriva la porta d’ingresso al collega, il quale, raggiunta la ragazza, riusciva a trarla in salvo, incolume, tra gli applausi della gente che stava assistendo alle operazioni.