Cultura

“Alborán, 110 racconti di centodieci parole” di Glauco Ballantini

  • Pubblicato: Lunedì, 15 Aprile 2019 14:21
  • Scritto da Cortex

Sabato 20 aprile 2019, alle 18,00, presso la Bottega del caffè in viale Caprera 35 a Livorno, la casa editrice “Asterione” e la Libreria Nuova di Biagini Silvia, presentano “Alborán, 110 racconti di centodieci parole”, di Glauco Ballantini.
Accanto all’autore intervengono, Dario Ballantini, (pittore, scultore, musicista, comedian), Claudio Marmugi, (livornese, classe 1973, cabarettista, regista e insegnante teatrale), e l’editore, Raffaele Cavani.
Glauco Ballantini, fratello dell’eclettico Dario, autore di testi per trasmissioni radiofoniche RAI (“Ottovolante”, “Vintage People”, “RidiRai”) con la sua prima raccolta di racconti, con prefazione di Enzo Iacchetti, va a caccia di ricordi che si dileguano ”in una nuvola di polvere e sassi”, raggomitolati su panchine perennemente in attesa di qualcuno. Forse sono solo sogni, 110 di centodieci parole ciascuno, che fanno appena in tempo a stare appesi alle labbra, eppure sono scritti per restare.
L’autore organizza il testo come un’architettura per visionari, quasi come uno spartito in prosa, per suonare, fra un testo e l’altro, note di Francesco Guccini e Fabrizio De André. Claudio Baglioni per le ragazze. Qua e là spuntano fachiri e matrimoni. Dopo il male esistenziale, ora possiamo leggere il “mare esistenziale”, basta andare a pagina 27. Non mancano “un bosco di conifere” in una cinquecento, “occhi come il cielo settembrino in una giornata di tramontana”, “Casatchock”, il ballo della steppa, Jessica Rabbit, lectio magistralis e incontri surreali di vetture sospese in cielo. Tendoni da circo e amiche delle medie, erba spagna e diseredati, vespri “comunisti” e un trogolo per i porci mannari.
Sperduti sulla statale 12, o su un autobus del lungomare livornese, i personaggi sono comparse di una commedia a volte tragica, a volte comica, più spesso nostalgica ma comunque magica.
Tutto considerato, quello per “Alborán”, un’isola “piccola ma bastevole per un atterraggio”, è un viaggio spericolato lungo binari ferroviari, linee perdute della metropolitana, che profuma di caffè d’orzo e del mare, nel porto, di notte.
Si potrebbe dire non manca neppure Baudelaire, ma poi si farebbe la figura di quelli che dicono “L’assassino è il maggiordomo”.
Perciò, chiunque abbia voglia di mettersi in viaggio, allacci semplicemente le cinture.
Glauco Ballantini
L’autore
Glauco Ballantini, toscano, classe ’62, è di natura elfica. Figlio e nipote di pittori e teatranti, fratello di un geniaccio dispersivo, è l’unico livornese conosciuto che chiami “casa” i monti tosco-emiliani.
Da sempre trascorre vacanze e tempo libero sull’Appennino, transumando qui e là sul crinale. Da qui l’ambientazione di molte delle sue short stories.
Quando parla di sé lo fa in terza persona: “Il battesimo gli venne impartito dopo la nascita nella chiesa dell’ospedale di Livorno, in una fredda giornata nel gennaio del 1963. La comunione invece nell’anno domini 1975 in quel di Renaio, in un caldo 25 agosto. La Cresima a Casciana Terme, grazie a Monsignor Magni, che gli trovò un posto di “cresimando ripetente”.
“Guardi che i padrini devono stare nelle panche dietro”, gli disse un bambino.
Qualche mese dopo il matrimonio, a Badia di Morrona”.
“Alborán” è il suo primo libro, scritto solo perché ama scrivere.
Asterione, la casa editrice
Asterione è nata sui banchi di una scuola media modenese e prende il nome dal Minotauro del labirinto cretese. Secondo Borges, il Minotauro rimpiangeva di non avere mai saputo distinguere una lettera dall’altra. Secondo i fondatori ”ci ha messo quarant’anni a imparare a leggere. Ora che ha imparato, si concede il lusso di leggere solo i libri che ama e di pubblicare solo quelli”.
Asterione pubblica autori della sua terra (collana Aemiliana) ed eccentrici foresti (collana Ouroburos), con la direzione editoriale dello scrittore Roberto Barbolini.
Un catalogo che un titolo dopo l’altro, forse, riuscirà ad indicare la strada. Quale? Quella dei sentieri che portano alle quattordici uscite del labirinto.
SABATO 20 APRILE 2019, ORE 18.00
BOTTEGA DEL CAFFÈ, viale Caprera, 35, Livorno
Asterione e Libreria Nuova di Biagini Silvia presentano
il libro di GLAUCO BALLANTINI
“ALBORÁN. 110 RACCONTI DI CENTODIECI PAROLE” (ASTERIONE EDITORE)
Intervengono alla serata accanto all’autore Dario Ballantini, Claudio Marmugi e Raffaele Cavani
pp. 120
ISBN 9788894365108
Prezzo: 16,00 euro
L’acquisto del volume è possibile anche online
Per informazioni: Asterione, Modena, www.asterionelegge.it, info@asterionelegge.it

 

 

  

 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie