Cultura

Storie di Altromare, omaggio a Antonio Possenti

  • Pubblicato: Martedì, 08 Ottobre 2019 12:06
  • Scritto da Cortex

Film-documentario sull’arte del Maestro lucchese a cura del regista Lorenzo Garzella.
Sabato prossimo 12 ottobre alle ore 17, nell’ambito della mostra Antonio Possenti. Gli esordi tra disegno e illustrazione, curata da Biancalucia Maglione e Anita Paolicchi, allestita presso la Fondazione d’Arte Trossi Uberti ( via Ravizza,76) è in programma la proiezione del documentario “Storie di Altromare- omaggio a Antonio Possenti “ (52’), presentato dal regista Lorenzo Garzella.
L’evento aderisce alla Quindicesima Giornata del Contemporaneo, il grande evento annuale promosso da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani e dedicato all’arte del nostro tempo e al suo pubblico.
Il film di Lorenzo Garzella alterna e intreccia materiali documentaristici a un livello narrativo più intimo e visionario. Da una parte interviste, archivi super8, vecchi scritti, dettagli del tracimante studio lucchese di Possenti in Piazza dell’Anfiteatro, immagini inedite del maestro al lavoro realizzate prima della sua scomparsa (2016). Dall’altra le sue pitture che vengono animate, incarnando la ribollente fantasia dell’artista. Le creature pittoriche affiorano dal nero e invadono progressivamente lo schermo, finché non “scivolano” anche nella realtà e – attraverso spensierati intarsi grafici – sgattaiolano dallo studio e vagano furtivamente per le strade notturne di Lucca, quasi che lo spirito del maestro abitasse ancora segretamente la città… l’appuntamento è in Piazza Anfiteatro a tarda ora, per una festa da ballo clandestina destinata a dissolversi all’alba.
Un documentario, un film-ritratto, un sogno animato in cui il cinema incontra la pittura, un appassionato omaggio alla memoria del maestro che ha indirizzato la pittura lucchese del 900 verso il racconto favoloso. Possenti è “coltissimo pittore dell’Altrove, un artista in fuga dalla tradizione italiana, verso gli orizzonti narrativi e visionari di Bosch e Bruegel”, come lo definisce Vittorio Sgarbi, intervistato nel film.
Il documentario “Storie di Altromare” costituisce il proseguimento di un percorso iniziato nel 2013 con un’istallazione di Lorenzo Garzella al Museo della Grafica di Pisa. E’ quella l’occasione per una prima collaborazione fra il film-maker e il pittore: una breve animazione delle sue opere, un piccolo “sogno in movimento”. L’ottantenne maestro mostra da subito grande curiosità e slancio collaborativo, mettendo a disposizione disegni, occhio, esperienza.
Racconta il regista Lorenzo Garzella: «La sfida di animare questo universo pittorico brulicante e metamorfico mi ha intrigato fin da subito. La complicità del maestro mi ha spinto a continuare… poi lui è mancato, e io l’ho vissuta come una missione incompiuta da portare a termine, e anche come un passaggio generazionale in cui la pittura di Possenti possa cambiare forma e modalità di racconto, un passaggio da lui a me, con la speranza che la sua grande arte possa continuare a vivere nel mio artigianato tecnologico da film-maker, magari trovando nuovo pubblico.»
Il filo rosso che guida il film-ritratto sono sequenze di pitture animate, in cui le opere di Possenti prendono vita, fino a essere intarsiate con immagini reali di Lucca notturna. «Le nostre animazioni – precisa Garzella – vogliono rendere proprio il senso di pitture animate, restituendo un mondo in movimento in cui le immagini conservino un loro peso, in bilico fra la liberazione dalla loro staticità e la rivendicazione del loro essere disegno d’arte e non cartone animato. Abbiamo usato la tecnica a passo-uno, una soluzione laboriosa e artigianale, quasi d’altri tempi, discussa e decisa a suo tempo anche con Possenti. Il risultato è il frutto di un appassionato lavoro di coppia, del sodalizio di vita e di arte con mia moglie, l‘illustratrice Serena Luluk Tonelli.»
Racconta Antonio Possenti nel film: “Non potrei vivere senza disegnare e dipingere: nell’urgenza di esprimersi la mano sfugge al controllo, e mi piace pensare che a guidarla sia qualcosa di più del caso, qualcosa che – esagerando – si potrebbe chiamare mistero, o magia”. Chiosa il regista Garzella :“Il documentario prova e restituire un po’ di questo misterioso rituale che anima il dialogo fra la mano di Possenti e la superficie da dipingere. Non è una biografia in senso stretto, è il tentativo libero e un po’ spericolato di tradurre direttamente in film l’approccio all’arte e alla vita di Possenti”.
STORIE DI ALTROMARE – omaggio a Antonio Possenti
Durata: 52’ – Formato: HD 16:9 – Anno: 2018
Regia: Lorenzo Garzella
Produzione: Nanof – Co-produzione: Acquario della Memoria; Lucca Film Festival e Europa Cinema
In collaborazione con Sky Arte HD
Musiche originali: Pierluigi Pietroniro
Pitture animate: Serena “Luluk” Tonelli e garz
Intervistati: Vittorio Sgarbi (critico), Maria Cristina Cabani (docente universitaria), Luigi Ficacci (storico dell’arte), Nicola Micieli (critico), Mario Rocchi (giornalista), Giovanni Raffaelli (antiquario)
Lorenzo Garzella (Pisa, 1972). Regista, docente universitario, operatore culturale. Laureato in Storia e Critica del Cinema a Pisa. Specializzato in video-documentazione sociale (I Cammelli, Torino, 1997) e montaggio digitale (IAL, Pordenone, 1999). Dal 2002 insegna Montaggio Video all’Università di Pisa. Ha realizzato istallazioni, cortometraggi e documentari di argomento storico, sportivo, sociale, (Rai, Mediaset, Sky, Stream, Tele+) ottenendo riconoscimenti in Italia e all’estero. Il suo lungometraggio “IL MUNDIAL DIMENTICATO” (90′, 2011, co-produzione Italia- Argentina) è stato presentato alla 68^ Mostra del Cinema di Venezia (Giornate degli Autori), selezionato e premiato in numerosi festival internazionali, distribuito in sale cinematografiche, reti televisive e rassegne di molti paesi.

  

 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie