Musica

Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Claudio Bonaccorsi

  • Pubblicato: Sabato, 10 Settembre 2016 08:01
  • Scritto da Massimo Volpi

D: Claudio, il tuo amore per le tastiere quando e come nasce?
R: Diciamo che l'ispirazione a suonare le tastiere nasce nel lontano 1974; all'epoca ascoltavo già i Genesis (secondo me i re del prog). Le tastiere di Tony Banks mi facevano venire la pelle accapponata per i "tappeti" ma anche per gli assoli. Per questo motivo formammo il primo gruppetto musicale.

Leggi tutto: Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Claudio Bonaccorsi

Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Stefano Lucarelli dei "Genius Quintet"

  • Pubblicato: Domenica, 03 Luglio 2016 11:12
  • Scritto da Massimo Volpi

 1) Domanda: Possiamo definire tu e il tuo gruppo: "ragazzi innamorati della musica..."? 

Risposta: Hai detto bene: “innamorati della musica” e soprattutto di certa musica. Dici un po’ meno bene quando ci definisci “ragazzi” perché, se pensi che io - 58 anni suonati - sono il “bimbo” del gruppo e gli altri hanno tutti qualche anno più di me, di “ragazzi” abbiamo ben poco”. Scherzi a parte: la musica è nella nostra vita da sempre, è parte importantissima di noi e quindi è bello, seppur con i nostri limiti, poterla suonare e proporre durante le nostre esibizioni...

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Stefano Lucarelli dei "Genius Quintet"

Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Sergio Brunetti

  • Pubblicato: Sabato, 25 Giugno 2016 08:15
  • Scritto da Massimo Volpi

D.: Organo e piano... i tuoi strumenti da sempre.
R.: Mi ricordo che disegnavo le tastiere e suonavo sui… fogli. In casa mia i soldi erano pochi. Per due anni non uscii, niente pizze, niente di niente (passavo per tirchissimo!) e alla fine, grazie ai risparmi e all’aiuto di una zia, a Natale 1970 riuscii a comprarmi il più economico e semplice tra gli organi portatili a 2 tastiere: EKO Tiger duo, 160mila lire.

 

Sergio Brunetti ieri

L’ho tenuto 14 anni e non l’ho mai amato. Non aveva niente dei suoni che mi piacevano. Per fortuna il chitarrista del mio gruppo, Stefano Lunardi, mi regalò un rarissimo VOX reverbe a valvole, ex di suo fratello grande professionista coi Satelliti.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Sergio Brunetti

Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Enrico Ferrini

  • Pubblicato: Sabato, 11 Giugno 2016 08:01
  • Scritto da Massimo Volpi

1 Il tuo strumento è la batteria... un amore nato per caso?
No, proprio per caso non direi. In casa mia ricordo che si sentiva un sacco di musica, e i devo dire anche di un certo livello: Jazz di vario tipo, strumentale e cantato, musica sudamericana (non quella che si sente in radio oggi)

 

Il Sole di Mezzanotte

cantautori italiani degli anni '60 e '70. Il mio babbo Giancarlo era un vero appassionato, e per me ed i miei fratelli era normale ascoltare e canticchiare Tenco, Jannacci, il primo Venditti, come anche sentire Gershwin, Armstrong o Gene Krupa...

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Enrico Ferrini

Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Gianni Ponzetta

  • Pubblicato: Sabato, 28 Maggio 2016 07:48
  • Scritto da Massimo Volpi

D: Te e la chitarra... un grande amore…
R: La mia prima chitarra fu una EKO acustica che mi feci comprare da mia madre e che fu motivo di litigio fra i miei genitori la sera stessa. Motivo: la cosa mi avrebbe potuto distrarre dallo studio... cosa non vera... verissima!

 

 

D: 1971 Die Flermaus... il tuo primo gruppo.
R: Il mio primo vero gruppo i realtà fu "I Bah". Abitavo a Ravenna e li cominciò tutto. Dopo il trasferimento e un periodo di assestamento nella nuova città, Livorno appunto, cominciarono i contatti con le centinaia, e forse più, persone che si erano date alla musica:

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Gianni Ponzetta

Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Mauro Pietrini

  • Pubblicato: Sabato, 21 Maggio 2016 07:41
  • Scritto da Massimo Volpi

D Chitarra e basso, i tuoi amori.
R Sì, entrambi i miei amori... ora l'uno ora l'altro secondo le esigenze del gruppo in cui suonavo. Adesso sinceramente mi dedico più alla chitarra.

 

 

D Il tuo primo gruppo fu nel 1978 “Libera Espressione”?
R A dire il vero nei primi anni 70 suonavo in vari “gruppetti” nelle cantine ma niente di serio. Sì, il mio primo gruppo “vero” fu Libera Espressione.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Mauro Pietrini

Livorno in musica ieri e oggi: Adriano Brilli

  • Pubblicato: Sabato, 14 Maggio 2016 07:31
  • Scritto da Massimo Volpi

D.: Tutto ebbe inizio nel 1958 con il gruppo Roby & The Gentlemen…
R.: Sì, per tanti anni ho cantato e suonato la chitarra con con Roby. Eravamo di casa a Viareggio, a Massa, alle Panteraie a Montecatini, a Stiava. Pensa che per circa quattro mesi abbiamo suonato al Gancino a Torino. Poi all'Arlecchino e al Reposi in Valle d'Aosta.

 

Roby & The Gentlemen con Gino Paoli

D.: Avete accompagnato anche Gino Paoli...
R.: Sì, per molti mesi siamo stati il suo gruppo. Lo abbiamo accompagnato a Gabice Monte e dopo abbiamo continuato la stagione a Riccione, Rimini e Cesenatico.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: Adriano Brilli

Livorno in musica ieri e oggi: Marco Dentone

  • Pubblicato: Sabato, 07 Maggio 2016 07:40
  • Scritto da Massimo Volpi

D - Quando hai scoperto il tuo amore per il basso?
R - Nel 1974 e fu un amore a prima vista, un autentico colpo di fulmine... che dura tutt'oggi.

 

Le Visioni Proibite

D - Tutto iniziò nel 1976 con il gruppo La Cantina del Vino Bianco... poi cambiato nome in Visioni Proibite.
R - Sì, è stata una magnifica esperienza. Esibirci in pubblico era davvero un banco di prova “da paura” ma anche estremamente gratificante.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: Marco Dentone

Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Roberto Guscelli dei Satelliti

  • Pubblicato: Domenica, 01 Maggio 2016 09:08
  • Scritto da Massimo Volpi

D. ­ La chitarra... un'amicizia che dura da anni. Quando è cominciata?

R. ­ L'amore per la chitarra nasce sui 14 anni ascoltando i dischi che arrivano dall'America. L'occasione di possederne una invece arriva grazie a mio zio Gino, che da buon falegname me ne costruisce addirittura una. 

E' con quella che assieme a Jimmy Rampello e Giovanni Barontini, amici vicini di casa, ci presentiamo ad un maestro di chitarra in via Garibaldi. E' il 1958, e grazie alla voglia di imparare velocemente, si comincia a costruire i primi accordi, i primi giri armonici e i primi giri di rock'n'roll. Dopo quella prima chitarra, ci sarà il buon Micaelli, il negozio di musica in piazza della Repubblica angolo via Bettarini dove comprerò la mia prima chitarra elettrica Hofner e un piccolo Binson come amplificatore.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: intervista a Roberto Guscelli dei Satelliti

Livorno in musica ieri e oggi: Andrea Colli

  • Pubblicato: Sabato, 23 Aprile 2016 07:41
  • Scritto da Massimo Volpi

Andrea Colli, ex batterista de Le Mummie, un gruppo musicale che andava forte negli anni 60. Livorno allora era una fucina di musicisti e cantanti.

 

Le Mummie

D.: Il tuo strumento è la batteria... è lei che ha scelto te o viceversa?
R.: Fin da bambino ho avuto la passione per il tamburo ovviamente insieme ad altre passioni che alla fine possiamo chiamare giochi, riferendosi ai bambini.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: Andrea Colli

Livorno in musica ieri e oggi: Beppe Cardile e i Samurai

  • Pubblicato: Sabato, 09 Aprile 2016 07:21
  • Scritto da Massimo Volpi

D - La chitarra... la tua compagna... quando l'hai incontrata?
R - Ho incontrato la chitarra su una nave per Lipari. Avevo 10 anni e mi sono innamorato del suono. La suonava un ragazzo napoletano che adorava i Campanino, un gruppo di allora, e lui cantava benissimo. Poi un barbiere di Lipari mi ha fatto conoscere quella elettrica, una piastra di metallo sotto le corde di una chitarra classica: primitiva ma funzionale. Da allora non l'ho più lasciata.

 

Beppe Cardile e i Samurai

D - Tutto iniziò con I Samurai, gruppo importantissimo nel panorama musicale livornese e non solo... ma prima ci furono i 5 Diavoli...

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: Beppe Cardile e i Samurai

Livorno in Musica: intervista a Stefano Ciurli

  • Pubblicato: Sabato, 26 Marzo 2016 07:40
  • Scritto da Massimo Volpi

D – Un bel giorno incontrasti un basso... fu subito amore?
R – Sì, fu subito amore. Un suono “grosso” che si impossessò di me. Il mio primo basso fu un “Hollywood” bianco... avevo 14 anni.

 

 

D – Nel 1970 inizia l'avventura degli MK5.
R – Mi chiamò Massimo Suardi... cercava un bassista... colsi l'occasione al volo ed entrai a far parte degli MK5.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in Musica: intervista a Stefano Ciurli

Livorno in Musica: intervista a Edoardo Borghini

  • Pubblicato: Lunedì, 21 Marzo 2016 08:18
  • Scritto da Alice Carpentiere

Esprimere arte a Livorno non sempre è cosa facile, soprattutto se il settore in cui si vuole emergere è quello del cantautorato, un panorama ricco di nuove proposte ma spesso non valorizzato a dovere.

 

 

Poche sono le iniziative presenti nella nostra città e i giovani autori per farsi conosce e proporre la loro musica devono il più delle volte recarsi nelle regioni vicine, dove l'attenzione a nuove melodie, nuovi volti e nuovi talenti è sicuramente maggiore.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in Musica: intervista a Edoardo Borghini

Livorno in musica ieri e oggi: Enrico Rosa

  • Pubblicato: Sabato, 19 Marzo 2016 07:51
  • Scritto da Massimo Volpi

D.: Te e la chitarra... un amore indissolubile che dura da sempre...
R.: Da piccolo avevamo il pianoforte a coda del nonno che era sia pianista che organista, così dalla prima infanzia giocavo e suonavo con quello...

 

 

Mia madre voleva più spazio in sala così il pianoforte sparì anche a dispetto di mio padre che lo suonava ogni volta che poteva. Lui era dirigente della Spica a Livorno ma la sua passione era la musica e spesso comprava nuove note e dopo la scomparsa del piano rispolverò il suo vecchio mandolino col quale mi divertivo anch'io.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: Enrico Rosa

Livorno in musica ieri e oggi: Marco Bassano, batterista de I Pianeti

  • Pubblicato: Domenica, 28 Febbraio 2016 08:26
  • Scritto da Massimo Volpi

D - Il tuo amore per la batteria è nato per caso o...
R - È stato il destino che da molto piccolo mi ha fatto incontrare la batteria… anzi i bussoli a forma di cilindro del detersivo Dixan.

 

 

All'inizio ho suonato un po' con quelli nello scantinato di Marco Mazzanti il chitarrista, dopo mio padre mi comprò la prima batteria, la Hollywood. Ho imparato tutto da solo.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: Marco Bassano, batterista de I Pianeti

Livorno in musica ieri e oggi: Alessandro Caldari

  • Pubblicato: Sabato, 13 Febbraio 2016 07:55
  • Scritto da Massimo Volpi

Intervista a Alessandro Caldari, chitarrista. Nei mitici anni '60 ha fatto parte del gruppo dei Doars.

 

 

1 - Te e la tua chitarra... un incontro casuale ?
1 - Beh... sì, come tanti miei coetanei era lo "strumento" per essere poi al centro dell'attenzione del tuo gruppo di amici e in particolare di... amiche.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: Alessandro Caldari

Livorno in musica ieri e oggi: GRETA MERLI

  • Pubblicato: Sabato, 12 Dicembre 2015 08:24
  • Scritto da Massimo Volpi

- Te e la tua chitarra... vi siete conosciuti e... subito innamorati?
In realtà no, ci siamo cercate per un pò di tempo, è stato un innamoramento lento ma profondo. Il mio primo strumento è stato il pianoforte, sicuramente per il tentativo di imitare mio fratello, pianista, e la sua musica.

Ma quando ho incontrato la chitarra effettivamente non l'ho più lasciata, è stato amore profondo ed un amore coltivato grazie ai miei insegnanti che mi hanno trasmesso passione e meraviglia, tutti per fortuna. Ho viaggiato attraverso la musica classica e moderna ma il mio cuore si è fermato a quest'ultima abbracciando sia il mondo della chitarra acustica che quello della chitarra elettrica.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: GRETA MERLI

Livorno in musica ieri e oggi: I PIONIERI

  • Pubblicato: Sabato, 05 Dicembre 2015 07:00
  • Scritto da Massimo Volpi

Il Gruppo i “Pionieri” si forma a Livorno nei primissimi mesi del 1967 ed è così composto: Auro Morini, tastiere e voce; Sergio Consani, batteria e voce; Alberto Esposito, chitarra e voce; Andrea Michelazzi; basso e voce solista.

Il loro esordio risale all’inverno 1967 nel locale “La Capannina di Marco Polo” a Viareggio come gruppo di supporto al cantante Alfonso Belfiore che l’anno precedente partecipando al Festival di Castrocaro Terme si era qualificato per la finale con la canzone “Il sole non tramonterà”.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: I PIONIERI

Livorno in musica ieri e oggi: I Folks

  • Pubblicato: Sabato, 09 Gennaio 2016 17:09
  • Scritto da Massimo Volpi

Il complesso vide la luce nel 1965. I componenti fondatori erano: Stefano Gioia, chitarra e voce; Paolo Dall’Aglio, batteria; Leonardo Tommasini, basso; Roberto Granata, chitarra.

 

 

I Folks hanno un buon seguito fin dai loro esordi; si affidano all’impresario Pino Guerri che procura loro esibizioni al Piccolo Ranch di Antignano e al Circolo Ufficiali di Piazza Guerrazzi per quanto riguarda la città di Livorno, spostandosi poi al Circolo di Pian di Laura e alle Badie.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: I Folks

Livorno in musica ieri e oggi: I SAMURAI

  • Pubblicato: Sabato, 28 Novembre 2015 06:30
  • Scritto da Massimo Volpi

Il complesso nasce nei primi mesi del 1960 per l’esigenza di Giacomo Debolini di essere il batterista titolare di un gruppo, oltre che cantante.

Sono gli anni prolifici della musica, dei complessi, dei locali livornesi, della Versilia, di tutta la Toscana e dell'Italia in genere. La musica sta cambiando, i cantanti e i musicisti nascono come funghi. E la gente si diverte, va a ballare e a sentire musica come non mai. Ed ecco i Samurai.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: I SAMURAI

Livorno in musica ieri e oggi: Eugenio Sournia

  • Pubblicato: Sabato, 21 Novembre 2015 07:00
  • Scritto da Massimo Volpi

D.: Te e la tua chitarra... un amore a prima vista?
R.: Non direi. Con la chitarra ho un rapporto molto strano, perché nonostante mio padre sia chitarrista e in casa abbia sempre avuto abbondanza di sei corde, da piccolo la ignoravo completamente preferendo concentrarmi sul pianoforte, che suonavo istintivamente e con piacere.

Solo all'età di diciassette anni ho, quasi per gioco, senza una vera ragione, preso in mano una chitarra. La cosa buffa è che, dopo uno o due giorni, pur sapendo suonare a stento i primissimi accordi, già cominciavo a creare le mie prime canzoni e a cantarci sopra testi improvvisati. Inutile dire che non avevo neanche pensato mai neanche al canto.

CONTINUA A LEGGERE...Livorno in musica ieri e oggi: Eugenio Sournia

  

  

 

  

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie