Livorno in musica ieri e oggi: Alessandro Caldari

Intervista a Alessandro Caldari, chitarrista. Nei mitici anni '60 ha fatto parte del gruppo dei Doars.

 

 

1 - Te e la tua chitarra... un incontro casuale ?
1 - Beh... sì, come tanti miei coetanei era lo "strumento" per essere poi al centro dell'attenzione del tuo gruppo di amici e in particolare di... amiche.


2 - Tutto iniziò alla fine degli anni '60 con i Sigma e poi i Doars...
2 - Esatto, come tanti altri gruppi di quel tempo iniziai a "fare sul serio" con una formazione con 5 elementi (i Sigma) e poco dopo passammo a 4 (i Doars) con la quale per alcuni anni abbiamo girato in lungo e largo per i locali più o meno famosi della Toscana grazie alla mediazione di impresario di quel tempo (Vernassa, Guerra, Santini...).
3 - Che ricordi hai di quegli anni irripetibili?
3 - L'hai detto... "irripetibili", e lo dico a ragion veduta visto che poi ho continuato anche dopo che finì l'avventura con il gruppo e quindi ho potuto confrontare i diversi stimoli e slanci di entusiasmo che caratterizzarono quei tempi lì a quelli successivi dove i comportamenti erano più riflessivi e pacati... dovuti forse anche al fatto che si cresceva e le esperienze fatte ti formavano.
4 - Il più bel momento della tua carriera di musicista?
4 - Più che un solo momento è quando in varie serate eravamo ingaggiati come gruppo "apri serata" di cantanti e complessi di grido quali Pooh, New Trolls, Camaleonti, Milva... (era molto in voga a quei tempi).
5 - Qualche rimpianto, qualche occasione perduta?
5 - Sì... poco prima che io partissi per il servizio di Leva (anni fa era un passaggio obbligato) arrivò la proposta di andare a Roma a fare un provino all' RCA che non potemmo fare visto che 2 di noi erano già stati "militarizzati".
6 - Sbaglio o non hai mai smesso di suonare?
6 - Non sbagli, a parte una piccola parentesi causa matrimonio e arrivo del primo figlio, ho ripreso il cammino musicale insieme a Claudio Profumo con il quale tutt'ora "convivo musicalmente" da oltre 30 anni.
7 - Hai seminato bene visto che tuo figlio segue le tue orme di ottimo musicista...
7 - Occorre parlare al plurale in quanto entrambi i figli (Matteo e Diego) hanno seguito anzi... superato il mio cammino e tutt'ora sono impegnati a 360 gradi nell'ambito musicale nelle vesti di musicisti, organizzatori, direzioni artistiche e produzioni.
8 - Negli anni il tuo genere musicale è cambiato sicuramente ma nel tuo cuore penso ci sia sempre un posto per "quelle" canzoni...
8 - Senza dubbio e la "REUNION" che abbiamo fatto lo scorso maggio in Coteto, alla quale hai fatto parte in veste di presentatore e autore di libri che parlano di quegli anni, e i pezzi eseguiti dal mio ENSEMBLE è stata la conferma di quanto nel cuore e nella testa ci sia sempre posto per "quelle" canzoni.
9 - Progetti futuri?
9 - Collaborazioni con colleghi cantanti e musicisti per aver modo di poter fare musica insieme a noi 2... eh sì, il nostro binomio (SANDRO & CLAUDIO) rimane indissolubile.
10- Chi è oggi Alessandro Caldari?
10 - Oggi sono un "vecchietto terribile" che ancora non molla e che dopo aver influenzato i figli sta "lavorando" sui nipoti che a dire il vero si stanno rivelando molto, molto promettenti e che è fautore della massima... "una vita senza musica è come un corpo senz'anima"… in senso laico della cosa!