Livorno in Musica: intervista a Edoardo Borghini

  • Pubblicato: Lunedì, 21 Marzo 2016 08:18
  • Scritto da Alice Carpentiere

Esprimere arte a Livorno non sempre è cosa facile, soprattutto se il settore in cui si vuole emergere è quello del cantautorato, un panorama ricco di nuove proposte ma spesso non valorizzato a dovere.

 

 

Poche sono le iniziative presenti nella nostra città e i giovani autori per farsi conosce e proporre la loro musica devono il più delle volte recarsi nelle regioni vicine, dove l'attenzione a nuove melodie, nuovi volti e nuovi talenti è sicuramente maggiore.


La scena musicale livornese offre tuttavia spunti interessanti, come il caso del cantautore Edoardo Borghini. A lui chiediamo come e quando ha iniziato a comporre la sua musica:
"Ho iniziato a scrivere nel periodo dell'adolescenza, quando ho sentito l'esigenza di comunicare emozioni che non ero in grado di esprimere a voce. Possono sembrare le classiche parole pronunciate dai cantautori eppure è proprio così. Sono una persona introversa ma nella musica riesco a mettermi a nudo, non ho timori. I primi pezzi si basavano prevalentemente su amori adolescenziali, rapporti platonici tra ragazzi e ragazze; col tempo la mia scrittura è maturata ma l'amore resta comunque l'unica costante."
I testi di Edoardo nascono quindi dall'esigenza di raccontare qualcosa, la chiave autobiografica conferisce una visione intima e alle volte tormentata del rapporto di coppia, letta però in chiave ironica e scansonata. Gli autori a cui si ispira Edoardo sono soprattutto i cantautori di rottura degli anni sessanta/settanta, Luigi Tenco, Lucio Battisti, Francesco De Gregori e gli artisti del teatro canzone, Gaber e Jannacci. La componente teatrale la ritroviamo soprattutto nei concerti dal vivo durante i quali Edoardo preferisce non suonare, accompagnando la voce con la gestualità, per lasciare spazio alle emozioni più nascoste.
L'ultimo disco di Edoardo, "Fumare per noia" prodotto da Marco Baracchino per l'etichetta indipendente Vinile-Myrope, mette a confronto arrangiamenti e atmosfere diverse. Costituito da 8 tracce incentrate sul tema del rapporto di coppia e scritte con l'ermetismo che caratterizza il Battisti ultimo periodo.
"Canzone di quel che mi viene in mente -racconta Edoardo- descrive un flusso di coscienza, una serie di pensieri che una sera ho deciso di mettere su carta. Il videoclip che accompagna il brano vede una decontestualizzazione di vari personaggi: troviamo il sub con tanto di maschera e pinne in montagna, lo sciatore al mare, il macellaio in edicola e la cantante lirica in enoteca.
"Ci riproviamo, ci ricaschiamo descrive le dinamiche tra un uomo e una donna che a seguito di una rottura decidono di riprovare a ricostruire qualcosa, ma si accorgono che inevitabilmente l'amore è finito e le cose non torneranno più come prima. Il videoclip del brano ben evidenzia l'incapacità della coppia di parlarsi e comprendersi, come se tra loro si fosse creato un muro che impedisce il contatto.
"Artista maledetto parla della non comprensione del lato artistico di una persona. Nel video vediamo infatti la ricerca della donna amata che sfugge alle attenzioni dell'uomo poichè non riesce a comprendere la sua condizione di artista. Questo viene contrapposto a una coppia di ballerini di tango che danzano in riva al mare e rappresentano un amore di altri tempi."
Nella musica e nei testi di Edoardo ritroviamo l'estro e la malinconia degli autori della scuola livornese, da Piero Ciampi fino ad arrivare al più contemporaneo Bobo Rondelli. A breve vedremo l'uscita del suo nuovo disco in cui sarà presente anche una cover di Piero Litaliano.
Per rimanere aggiornati sulle novità di Edoardo è possibile consultare il sito internet www.edoardoborghini.it

  

  

 

  

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie