Livorno in musica ieri e oggi: Francesco “Blues” Luongo

  • Pubblicato: Domenica, 08 Novembre 2015 09:16
  • Scritto da Massimo Volpi

D.: Te e la tua chitarra... un amore che dura da?
R.: La chitarra l'ho iniziata a suonare verso i 17 anni. La mia è stata una necessità. Ascoltavo musica a oltranza e a un certo punto ho sentito di dover suonare, era un bisogno.

Così mi feci prestare una chitarra classica da un amico e per un po' di tempo sparii dalla circolazione. Non credo si tratti di amore, in fondo è solo un oggetto. La chitarra la considero un mezzo per esprimere qualcosa di mio senza dover usare per forza le parole.


D.: Accanto al tuo nome Francesco, su Facebook, hai inserito BLUES... questo la dice lunga...
R.: Sì, accanto al mio nome su FB c'è la parola "blues", che ho anche tatuata addosso. È una specie di soprannome, molti mi chiamano Checcoblues o semplicemente Blues, quindi mi sembrava naturale usarla!
D.: Il blues non è solo un genere musicale, è qualcosa di più, una certa cultura, un certo modo di vedere la vita... qual è il tuo punto di vista?
R.: Il blues è certamente una forma musicale ricca di sfaccettature. Un personaggio molto importante (W. Dixon) lo definì credo molto bene in questo modo: "The blues is the roots, everything else is the fruits". Che è un po' il mio pensiero, è ciò da cui viene tutto. Ultimamente mi capita di rado di suonare il blues nel senso più puro del termine, ma questo non vuol dire che non lo metta in tutto ciò che suono, che sia reggae, pop, funk, rock, soul o altro.
D.: È difficile fare blues a Livorno?
R.: A Livorno c'è una buona scena musicale, molti musicisti che fanno blues a buon livello. Fare blues è difficile un po' ovunque perché è comunque un genere di nicchia ma comunque qui in zona capita spesso di sentire ottime serate di blues e dintorni, anche grazie ai pochi ma buoni locali che portano avanti i live anche di questo genere come La Bodeguita, La Sentina, Mediterraneo, Vinaino, Surfer Joe...
D.: Hai pubblicato qualcosa? Se non è così hai intenzione di farlo?
R.: Il primo disco in cui ho suonato uscì nel 2008 se non ricordo male, era "Rock 'n roll girl" Di Saro & The Blues Revolution. I brani erano di Saro Buscemi arrangiati poi con noi della band. Dentro c'era della bella roba a cavallo tra southern-rock e rock-blues. Con quella formazione suonammo poi anche al Pistoia Blues. Successivamente negli anni ho registrato vari demo, qualche nuovo brano originale con i Guerrilla Farming e attualmente sto lavorando con Luca Battistini al nostro demo-ep di cover acustiche. Poi con lui faremo un'altro disco, spero presto, con anche brani originali.
D.: Chi sono i musicisti più bravi con i quali hai suonato?
R.: Attualmente mi ritengo fortunato di collaborare con ottimi musicisti come Fabrizio Balest, Luca Battistini, Daniele Catalucci, Nicola Venturini, Valerio Dentone,  Andrea Lo Coco, Alex Sarti, Adriana Hamilton, Valentina Purcu e molti altri... In passato mi è capitato di suonare con altri grandi professionisti come Gianni Apicella, Piero Perelli, Manlio Pepe, Davide Malito, Carlo Romagnoli, Andrea Celeste, Fabio Galeazzi, Michele Amato, il coro gospel Jubilation e sicuramente me ne dimentico molti altri. Ho suonato per un po' anche con Danny Bronzini, prima che prendesse il volo diventando il chitarrista di Jovanotti. Siamo molto amici ed è un talento incredibile nonostante l'età. Poi mi è capitato di suonare con Roberto Luti, un chitarrista eccezionale, con due note messe dove sa lui riesce a sfasciarti l'anima. In passato poi ho spesso suonato, anche facendo busking, con Niki La Rosa, una grande cantautore. Quest'ultimo mi ha trasmesso l'amore per la musica fatta in strada, che da emozioni molto diverse rispetto alle situazioni normali e che da un po' sto portando avanti con costanza anche a Livorno.
D.: I migliori chitarristi blues secondo il tuo giudizio?
R.: Grandi chitarristi blues ce ne sono stati davvero tanti, è brutto dover limitarsi a pochi nomi. Comunque Stevie Ray Vaughan è quello che mi fatto scattare la scintilla per iniziare a suonare. Poi Albert Collins, BB King, Freddie King, Duane Allman, Derek Trucks, Eric Clapton, Jimi Hendrix sicuramente mi hanno influenzato molto. John Mayer tra quelli moderni è quello che mi ha influenzato di più e continua a essere un riferimento musicale per me.
D.: Dove ti esibirai a breve ?
R.: A breve credo che mi esibirò in qualche Jam session Berlinese o magari per strada, visto che starò lì per un po'. Lì c'è molto fermento artistico e voglio vedere cose nuove. Per l'ultimo dell'anno comunque sarò qui e suonerò a La Bodeguita con Adriana Hamilton e Valerio Dentone dove saluteremo il 2015 e, spero, faremo divertire tutti i presenti!
D.: In definitiva... chi è Francesco "Blues" Luongo ?
R.: Forse potrei rispondere: sono quello che suono, ma non credo sia così semplice. Credo di essere uno che si sta ancora conoscendo, giorno dopo giorno, come tutti forse.
Ho un mucchio di difetti e di dubbi, ma anche qualche certezza su cui baso la mia vita. Valori, riferimenti, persone senza le quali mi sentirei perso. A parte questo sono concreto e non mi piace lamentarmi, non amo i compromessi e apprezzo le cose semplici.
Sicuramente sono molto sincero e non sono un tipo superficiale. Infatti spesso non mi trovo molto in sintonia con la società che mi circonda e che, in genere, mi sembra viva seguendo altri codici. In ogni caso ho molta curiosità verso le persone, la musica, l'arte, le culture e insomma cerco di fare, scoprire, e conoscere cose o persone che mi possano dare qualcosa di bello e vero sperando di contraccambiare.

 

  

  

 

  

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie