Livorno in musica ieri e oggi: intervista al cantante e musicista Andrea Pachetti

  • Pubblicato: Sabato, 09 Febbraio 2019 12:21
  • Scritto da Massimo Volpi

D: Andrea Pachetti, cantante e musicista di elettronica, come nasce questa tua passione?
R: All’età di 12 anni ho iniziato a studiare chitarra, ma la passione o la malattia, come la chiamo io, mi entrata all’età di 15 anni, da li in poi ho totalizzato tutto sulla musica e l’elettronica e il canto sono subentrate dopo.
D: Penso che il tuo primo gruppo sia stato i Project 00... raccontaci.
R: Tolti i primi progettini adolescenziali, si diciamo che è stata la prima band anche se inizialmente ci chiamavamo Not For Us; poi nel 2000 abbiamo cambiato organico e da cantare e suonare la chitarra per la voglia di sperimentare iniziai a cantare e suonare drum machine e campionatori: il progetto cambio forma e genere e quindi da lì poi abbiamo cambiato nome con Project 00. Facevamo Hard-Core con influenze di musica elettronica.
D: Il 2010 ti vede come cofondatore dei Radio Tower, gruppo dove lo scintillare del rock si fonde con la tua elettronica...
R: Sì, dopo un periodo di lavoro di studio dove inizio a scrivere per un editoria di Roma basi per colonne sonore, la voglia di ritornare a suonare era molta: insieme a Daniele Catalucci (Virginiana Miller) e Federico Silvi (Jackie O’s Farm), dopo un tributo ai Refused per il decennale di “The Shape of Punk to Come”, abbiamo formato i Radio Tower una band fondamentalmente Rock con influenze Industrial.
D: “Radio Tower” è il vostro omonimo Ep uscito nel 2011, lavoro autoprodotto...
R: Sì, un ep registrato e prodotto da noi stessi.
D: Cosa è successo dopo, avete pubblicato altri album? Soddisfatti del vostro percorso musicale?
R: Dopo abbiamo prodotto in un piccolo studio che avevo, un album intero che poi non è mai uscito. Esperienza molto bella, ma forse è quella che mi ha fatto capire che il ruolo che amo di più nella musica è quello come produttore e non come musicista.
D: Quali sono i tuoi punti di riferimento musicali, i tuoi mostri sacri?
R: I Mostri sacri sono molti e tutti diversi tra loro... ti potrei dire Beatles, Pink Floyd, Fabrizio De André, Einstürzende Neubauten, Police, Refused, Luigi Tenco, Nine Inch Nails, Talking Heads, Lucio Dalla, Daft Punk, Gaetano Veloso, etc etc, ognuno per un fattore o per quello che sono riusciti a tramettere; la musica è una cosa meravigliosa proprio perché riesce a trasmettere tutte le sfaccettature emotive che si possono vivere.
D: Se ti dico 360 Music Factory Recording Studio che mi dici?
R: Mi dici tanto, forse tutto. Dopo aver avuto un piccolo studio dove facevo piccoli lavori ho aperto il 360 Music Factory nel 2014 e dal 2015 dopo aver fatto Grande Raccordo Animale di Andrea Appino, con il quale è nato un bellissimo rapporto di amicizia e di lavoro, sono subentrati con me gli Zen Circus, ormai fratelli, con i quali abbiamo lavorato ai loro ultimi 2 dischi, il pezzo che andrà a Sanremo e altre produzioni esterne agli Zen.
D: Nessuno meglio di te può sapere quanti ottimi musicisti ci sono a Livorno, alcuni anche di livello super... cosa manca per fare il salto di qualità, per poter parlare di una scuola livornese?
R: Ti dirò... secondo me in questo momento Livorno sta facendo uno dei salti di qualità che forse non ha mai fatto, questo perché finalmente tanti musicisti livornesi e molte figure professionali che lavorano nella musica hanno accantonato quello spirito provinciale che faceva da paraocchi; oggi a Livorno ci sono delle realtà che vengono prese da esempio da tutta Italia.
D: Andrea, dove andava quel treno sul quale non sei salito e che ancora oggi ti tormenta?
R: Ad oggi ti dico che forse mi è andata bene di aver perso quel treno perché ne ho presi altri che mi hanno portato a quello che sono, quindi forse non ho perso nessun treno o almeno preferisco vederla così.
D: Chi è oggi Andrea Pachetti?
R: Oggi Andrea Pachetti è un uomo (ragazzo, perché dimostro molti meno anni di quelli che ho!) che vive per quello che fa e cerca di mettercela tutta per realizzare i propri sogni.

 

  

 

 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie