Sport

Il Rugby della settimana

  • Pubblicato: Lunedì, 12 Marzo 2018 09:15
  • Scritto da Fabio Giorgi

LIVORNO RUGBY – FLORENTIA 20-6. LIVORNO RUGBY: Righetti; Cristiglio, Gigli, Del Bubba (21' st Bitossi), Scapaticci (15' st Cafaro); Squarcini, Contini; Piras, Merani (dal 22' pt al 33' pt Bitossi) (19' st Romano), Gragnani Giorgio; Bottari, Scrocco (cap.) (31' st Marmugi); Tangredi (31' st Sforzi), Bufalini (31' st Tichetti), Ciapparelli (11' st Guidi). All.: Marco Zaccagna.
FLORENTIA: Bini (15' st Fasano); Cencetti, Zappitelli, Colangeli, Fei; Valente (cap.), Ferrara; Gatta, Baggiani, Timperanza; Zonta, Goretti (19' st Palandri); Lunardi (25' pt Ciarammelletti), Palmiotto (13' st Vicerdini), Vicerdini (28' pt Chellini). A disp.: Bacci, Martini, Rialti. All.: Luigi Ferraro.
ARBITRO: Antonio Chiarioni di Perugia.
MARCATORI: nel pt (5-6) 15' cp Valente, 33' m. Piras, 37' cp Valente; nel st 8' m. Scapaticci, 14' m. Piras, 36' m. Romano. NOTE: giornata piovosa, terreno allentato. Nessun cartellino estratto dall'arbitro. Calci piazzati: Valente 2/3. In classifica 5 punti per il Livorno Rugby (che ha vinto ed ha realizzato quattro mete) e 0 per il Florentia (che ha perso con un margine superiore alle sette lunghezze e non ha siglato mete).

LIVORNO. Con i suoi giovani e con i suoi giovanissimi, il Livorno Rugby si esalta sotto la pioggia battente, torna alla vittoria, ottiene contro il temibile Florentia il massimo (5 punti) e resta incollato ad una sola lunghezza di ritardo dalla zona playoff. Al termine di una gara non facile, caratterizzata da un crescendo rossiniano esaltante, culminato con un secondo tempo ricco di spessore, i biancoverdi si sono imposti sui viola gigliati 20-6 (4 mete a 0). I labronici, in classifica, sono sempre terzi, a ridosso della (attuale) seconda forza del torneo, i Medicei Firenze cadetti che nell'anticipo di sabato si sono sbarazzati 58-10 (10 mete a 2, 5 punti a 0) del fanalino di coda Vasari Arezzo. Non si è giocato, per impraticabilità di campo (ospiti avvisati già venerdì) il big-match tra il Bologna e la capolista Pesaro. Gli altri risultati della 14° giornata (3° di ritorno) di serie B, girone 2 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Civitavecchia-Rieti 28-6 (5-0) (giocata domenica 4 marzo); Romagna-Parma'31 25-16 (5-0); Amatori Parma-Modena 22-18 (1-4). La nuova classifica: Pesaro* 55 p.; I Medicei Firenze cadetto 51; Livorno 50; Bologna* e Amatori Parma 42; Romagna 38; Civitavecchia 30; Rieti 27; Parma'31** 25; Florentia 23; Modena 22; Arezzo 7. *Pesaro e Bologna figurano con una partita in meno. **Parma'31 sconta 4 punti di penalizzazione. Nelle prossime due domeniche, il Livorno Rugby giocherà in trasferta, sui terreni del Modena e dell'Amatori Parma. Livorno, contro il Florentia, imbottito di ragazzi alle primissime esperienze nel ruvido mondo della serie B. Atleti del '99 attivi nella Franchigia della Costa Toscana under 18 (e ovviamente tesserati, come squadra di club, per il Livorno Rugby), capaci di inventarsi giocate importanti anche in B. Due delle quattro mete registrate nell'arco del match portano la firma del terza centro Piras, a bersaglio nel primo tempo dopo un'irresistibile avanzata in una mischia in zona d'attacco e, nella ripresa, al termine di una favolosa ed organizzata rolling maul successiva ad una touche. E' significativo che la meta-bonus, giunta al 36' della ripresa, sia stata siglata da un altro elemento del '99 di sicuro avvenire, il trequarti ala Romano, anche lui protagonista nella Costa Toscana (in questo fine settimana il campionato elite under 20 era fermo). A completare il quadro, la meta d'astuazia (la seconda marcatura dei padroni di casa, quella cioè del definitivo sorpasso) dell'ala Scapaticci, altro giocatore prodotto del floridissimo vivaio biancoverde. Altro dato: coach Zaccagna - date anche le pesanti assenze - ha deciso di assegnare i gradi di capitano e di vice-capitano (che in una squadra di rugby hanno un valore del tutto particolare) a due giocatori del '97, il seconda linea Scrocco ed il terza ala Gragnani. Insomma, Livorno all'insegna della sana gioventù. Gara 'da altri tempi' disputata sotto il temporale, su un campo fangoso all'inverosimile. Il Florentia, ad onta di una posizione di classifica non particolarmente brillante, ha dimostrato di possedere buoni mezzi. Per mille motivi, il successo ottenuto 'da Scrocco e compagni' sui gigliati è prezioso ed importante. Labronici più che mai vivi ed in brillanti condizioni. Le due sconfitte rimediate nei due turni precedenti non hanno certo cancellato le velleità dei biancoverdi. Cronaca. Lunga la fase di studio, sotto la pioggia. Il valido mediano di apertura (e capitano) ospite Valente sblocca il punteggio con un penalty (0-3 al 15'). La reazione dei locali è veemente. Il pacchetto livornese è coriaceo e nelle mischie chiuse è nettamente più attrezzato degli antagonisti. Non a caso su 'carretto' in un raggruppamento ordinato, giunge la prima meta personale di Piras: 5-3 al 33'. Da lontanissimo, Valente sigla il piazzato del contro-sorpasso: 5-6. Valente fallisce un nuovo tiro dalla piazzola: 5-6 all'intervallo. Nella ripresa la pioggia cade in modo meno violento e si apre il raggio di sole sugli scatenati biancoverdi. La meta d'astuzia sulla fascia destra di Scapaticci (8') consente ai livornesi di mettere nuovamente (e in modo definitivo) il muso avanti: 10-6. I locali possono contare su un serbatoio più pieno di benzina. Pacchetto dei locali protagonista al 14', con Paris che chiude oltre la fatal linea un favoloso drive: 15-6. Livorno non può accontentarsi di un successo senza bonus-attacco. E allora ci pensa il neo-entrato Romano ad involarsi sulla fascia sinistra per andare a depositare (36') sulla bandierina una marcatura che vale il punto aggiuntivo: 20-6. Chi vuole salire in A deve fare i conti con questa squadra giovane e di qualità.

RUGBY SERIE C1. Lions Amarato Livorno vittoriosi a Pisa. Dopo quattro mesi e mezzo, i Lions Amaranto Livorno tornano a celebrare un successo esterno. Nel derby giocato in trasferta contro il Cus Pisa, sul terreno sintetico 'Scacciati', sotto una pioggia impietosa, i ragazzi di Marco Milianti si sono imposti 12-25. Tra le note più positive della giornata, la prova di Nadir Krifi, il giovanissimo terza linea ala al suo debutto in C1. Il flanker, attivo nella Franchigia del Granducato under 18 (e ovviamente tesserato per i Lions, la società che insieme agli Etruschi Livorno ha permesso nel 2015 la nascita della Franchigia giallo-bianco-rossa labronica) ha 'bagnato' - è proprio il caso di dirlo - il suo esordio tra i seniores, con una meta. Gli amaranto possono però fare a festa solo a metà: il disavanzo dalla capolista Cus Siena è aumentato. I senesi hanno vinto 0-26, con il bonus-attacco, sul terreno del Cecina, mentre Scardino e compagni si sono dovuti accontentare di un successo senza bonus ('solo' tre le mete siglate). I Lions sono sempre secondi, ma accusano ora ben 11 lunghezze di ritardo dalla prima. Insomma a tre giornate dalla fine della regular serason di C1, girone F, poule 1, le speranze di acciuffare l'unico piazzamento utile per i playoff promozione sono, di fatto, svanite. Il Cus Siena, finora, ha sempre vinto, mentre i Lions hanno lasciato per strada qualche punto alla portata. Ai 'Leoni' non sta bastando un campionato ricco di sorrisi (7 successi, 2 pareggi e 2 sconfitte il ruolino di marcia; miglior attacco del girone) per centrare il ritorno in B (categoria 'lasciata' nel 2011). Sugli altri 'piovosi' campi, questa domenica, vittoria del Piombino 20-6 sul Sieci (5-0 in classifica) e dell'Elba 20-27 (1-5 in classifica) sul terreno dei Cavalieri Prato/Sesto cadetti. La classifica dopo la 4° di ritorno: Cus Siena 52 p.; Lions Amaranto Livorno 41; Piombino ed Elba 32; Cavalieri cadetti 29; Cecina 18; Cus Pisa 16; Sieci 2. I Lions a Pisa si sono presentati con: Campisi; Novi, Imafidon, Di Mauro, Gregori; Rolla, Magni; Scardino (cap.), Gragnani Giacomo, Krifi; Ciandri, Pulaha; Vitali Giacomo, Giusti, Fusco. Entrati nel corso del match anche Sarno, Spinosa, Mazzoncini, Del Moro, Siviero, Vitali Leonardo e Tamberi. I Lions hanno meritato il successo. Di fatto gli amaranto hanno sempre condotto. Il tutto al cospetto di un avversario valido. Livornesi in palla e capaci ben presto di sbloccare il punteggio: al 5' è l'attivo centro Imafidon a schiacciare in meta in velocità. La pioggia flagella il terreno di gioco, ma gli ospiti sono lucidi. Al 15' l'apertura Rolla realizza il piazzato dello 0-8. I gialloblù cussini non demordono e con due penalties siglati nella parte centrale del primo tempo riducono il margine: 6-8. Nel finale della frazione, ancora Rolla a bersaglio con un piazzato: 6-11. Nuova risposta, con un calcio di punizione, dei pisani: 9-11 all'intervallo. All'11' della ripresa la pesantissima meta di Krifi, che consente alla sua squadra di scavare un mini solco. Rolla trasforma: 9-18. Il Cus Pisa. con il suo quarto piazzato, torna sotto la distanza del break: 12-18 al 21'. E' poi il valido centro amaranto Di Mauro siglare, alla mezz'ora, la meta della staffa. Rolla trasforma per il definitivo 12-25. Questa squadra labronica, nonostante il mancato appuntamento con la promozione, sta creando - con i suoi giovani e con i suoi 'senatori' - qualcosa di importante...

Rugby di C2: Fulgida Etruschi Livorno vittoriosa con il Gambassi. Cantando sotto la pioggia, la Fulgida Etruschi Livorno si esalta e centra la vittoria più bella (almeno per il momento..) della stagione. In casa, su un campo 'Tamberi' allentato all'inverosimile, i verde-amaranto guidati dall'allenatore-giocatore-presidente Carlo Ghiozzi si sono imposti sul Macron Store Gambassi 22-18. Gara - date le condizioni climatiche - da 'altri tempi'. Partita che consegna ai labronici 5 punti (successo e bonus-attacco per le quattro mete realizzate) e 1 solo punto ai termali (bonus-difesa per il passivo finale inferiore alle otto lunghezze, 'solo' tre le mete siglate). Nel girone 1 di poule silver della C2 toscana, in una classifica 'zoppa' (con sole tre partite in tutto giocate nelle prime due giornate), la Fulgida è prima da sola. Questa la situazione in graduatoria (tra parentesi le partite giocate): Fulgida Etruschi Livorno (2) 6; Mugello (1) 4; Galluzzo (1) 4; Gambassi (2) 2; Cortona 0 (0). Domenica prossima i livornesi renderanno visita a quel Cortona, il cui impegno esterno di questa domenica con il Galluzzo è stato rinviato per il maltempo. La gara del 'Tamberi' si è trasformata ben presto in un'aspra lotta nel fango. Protagoniste le mischie. Protagonista, nel primo tempo, soprattutto la mischia livornese. Il pilone dei locali Chabbar sblocca il punteggio con una meta trasformata dall'apertura Recchi. Poi, in una prima frazione di spessore per i labronici, vanno in meta l'altro pilone Toncelli ed il seconda linea Chiarugi. Per il Gambassi solo un piazzato: 17-3 all'intervallo. Nella ripresa, la Fulgida appare stanca. Alcuni errori in fase difensiva consentono ai coriacei antagonisti di piazzare un break di 0-15 (0 mete a 3) e di operare, al 60', il sorpasso: 17-18. La Fulgida non è doma e nel finale getta il cuore oltre l'ostacolo. Anche la quarta meta (quella del bonus e del definitivo contro-sorpasso) è siglata da un giocatore di mischia, il tallonatore Borella. La Fulgida vince 22-18 e - in attesa dei recuperi - può coccolarsi la prima posizione. Un successo meritato, che alimenta le speranze di centrare una delle prime due piazze, quelle che consegnano il biglietto di sola andata per le semifinali della Coppa delle Province. Lo schieramento vittorioso contro il Gambassi: Sanacore; Capobianchi, Franzoni (13' st Ciampagna), De Robertis, Berti (1' st Brozzi); Recchi (19' st Bartoli), Bonomo; Ruffino, Nobile (1' st Amadori), Direse; Petrantoni, Chiarugi (1' st Bonuccelli); Toncelli (29' st Ghiozzi), Borella, Chabbar.

  

  

 

 

 

 

  

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie