Sport

Il Rugby livornese della prima settimana di novembre

  • Pubblicato: Martedì, 06 Novembre 2018 16:23
  • Scritto da Fabio Giorgi

Tutte le squadre del rugby livornese in campo nel fine settimana. Si tratta delle prime squadre del Livorno Rugby (b), Lions Amaranto (c1) e Fulgida Etruschi (c2) e delle formazioni giovanili under 14 di Livorno, Lions e Etruschi, under 12 e 10 Livorno, under 8 Livorno, Lions ed Etruschi e under 6 Livorno, Lions ed Etruschi.
B LIVORNO RUGBY
RENO BOLOGNA – LIVORNO RUGBY 7-33
RENO BOLOGNA: Kharytonyk; Gargan, Savoia, Natale, Cremonesi; Furetti, Carluccio; Rufail, Carisi, Domenichini; Baldoni (11’ pt Dall’Omo), Babbini; Lenzi, Frezzati, Minore. A disp.: Ellimah, Faya, Asta Dario, Nadini, Ropa, Asta Diego. All.: Ogier.
LIVORNO RUGBY: Pedemonte (22’ st Menicucci); De Donato, Pellegrini, Ianda (22’ st Rattalino), Cristiglio; Gesi Simone, Zannoni; Piras (37’ st Pardini), Gragnani Giorgio (cap.), Merani (26’ st Bitossi); Scrocco (28’ st Gragnani Giacomo), Bottari; Liguori, Bufalini (28’ st Sforzi), Bastita (26’ st Ciapparelli). All. Zaccagna (assente: in panchina Gesi Stefano).
ARBITRO: Rosella di Roma.
MARCATORI: nel pt (0-21) 16’ m. Merani tr. Gesi Si., 20’ m. Bufalini tr. Gesi Si., 23’ m. De Donato tr. Gesi Si.; nel st 12’ m. Cristiglio, 18’ m. Pellegrini tr. Gesi Si., 25’ m. Minore tr. Furetti.
NOTE: espulsioni temporanee per Dell’Orto (14’ pt) e Minore (10’ st). In classifica 0 punti per il Reno, battuto con un margine superiore alle sette lunghezze (una meta all’attivo) e 5 per il Livorno, che ha vinto e si è assicurato il bonus-attacco (cinque mete all’attivo).
BOLOGNA. La verità è che in questo girone del centro Italia di serie B, la differenza di valori tra le squadre migliori (tra loro il Livorno Rugby) e quelle di seconda fascia (tra cui il Reno Bologna) è piuttosto netta. La squadra labronica, presentatasi anche in terra felsinea con un quindici imbottito di giovani e giovanissimi, si è imposto in scioltezza 7-33. Una vittoria perentoria, di fatto mai in discussione. Gragnani e compagni, che già nelle prime tre partite – al cospetto di altre big del raggruppamento – avevano mostrato buonissimi numeri, hanno nuovamente messo in vetrina buoni numeri in ogni settore e in ogni reparto. Cinque le mete all’attivo, con il bonus-attacco in cassaforte al 12’ della ripresa. Insomma, un’altra prestazione convincente. Un’affermazione che consente di effettuare un bel balzo in classifica (ora Livorno è quarta) e di lanciare un nuovo segnale forte a tutto il campionato: chi vuole lottare per il vertice dovrà anche in questa annata fare i conti con i biancoverdi. Dietro l’angolo, nelle prossime cinque fatiche, i ragazzi di Zaccagna (assente giustificato a Bologna: al suo posto, come head coach è andato in panchina Stefano Gesi) ci sono cinque gare da giocare con formazioni di seconda fascia. La sensazione è che questa squadra, pur dall’età media davvero bassa, sia matura e sappia trovare la giusta concentrazione in ogni gara. Contro il Reno, gli ospiti hanno iniziato il match con il piglio dei giorni migliori. L’espulsione temporanea del trequarti degli emiliani Dell’Orto (14’) ha consentito ai livornesi di giocare la parte centrale della prima frazione in superiorità numerica. Una situazione sfruttata con cinismo. Nel giro di pochi giri di lancetta, tra il 16’ e il 23’, i biancoverdi si sono permessi il lusso di siglare 21 punti, frutto delle belle mete siglate dal terza linea Merani, dal tallonatore Bufalini e dall’ala De Donato e dalla tre trasformazioni di Simone Gesi, il diciassettenne figlio e nipote d’arte, tornato fin dall’avvio di gara a giostrare nel ruolo di apertura. Nessun punto per i locali: 0-21 all’intervallo. Anche nella ripresa, livornesi lucidi e accorti. I bolognesi devono ricorrere alle maniere spicce: giallo per il pilone Minore. Ancora una volta, 15 contro 14, gli ospiti alzano i giri del proprio buonissimo motore a vanno a bersaglio con i propri dinamici trequarti. La meta dell’ala Cristiglio (12’) consegna l’agognato bonus. La meta del centro Pellegrini (18’), condita dalla trasformazione di Gesi, consegna il massimo divario dell’intero confronto (0-33). A risultato compromesso, il Reno trova la forza per siglare la meta trasformata con cui accorcia le distanze (7-33 il finale) Per i bolognesi è la quarta sconfitta di fila. Per i biancoverdi la seconda affermazione consecutiva, la prima ottenuta lontano dal rettangolo amico ‘Montano’, dove domenica prossima sbarcherà il Rieti. Gli altri risultati della 4° giornata della serie B, girone 2 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Amatori Parma-Romagna 13-34 (0-5), Arezzo-Civitavecchia 12-51 (0-5), Modena-Parma’31 17-15 (4-1), Cus Siena-Jesi 19-0 (4-0), Rieti-Florentia 6-34. La classifica: Romagna 20 p.; Florentia 19; Civitavecchia* 15; Livorno 11; Parma’31** e Modena 10; Jesi 9; Amatori Parma 6; Cus Siena** 4; Reno Bologna 1; Rieti* e Arezzo 0. *Civitavecchia e Rieti scontano 4 punti di penalizzazione; **Parma’31 e Cus Siena 1 partita in meno.
C1 LIONS AMARANTO
I Leoni sono solitari in vetta alla graduatoria, ancora a punteggio pieno. Al termine di una gara splendida, degna di categorie superiori, i Lions Amaranto Livorno si impongono sui Cavalieri Prato/Sesto cadetti 35-30 e gettano ulteriore benzina sul fuoco dell’entusiasmo. Successo pesante – il terzo in tre gare – che consente di sognare ad occhi aperti. Gli scatenati labronici hanno segnato 4 mete e dunque, oltre ai 4 punti relativi al successo, si sono guadagnati anche il bonus-attacco. I (pur validissimi) ospiti dei Cavalieri Prato cadetti, che hanno siglato ‘solo’ tre mete, si sono dovuti accontentare del bonus-difesa, relativo al passivo finale inferiore alle otto lunghezze. Questa la classifica di C1 girone F, poule 1, dopo 4 giornate (tra parentesi le partite effettivamente giocate da ciascuna squadra): Lions Livorno (3) 15 p.; Elba (3) 13; Piombino (2) 10; Cavalieri cadetti (3) 7; Cecina (4) 6; Cus Pisa (4) 4; US Firenze (3) 1. Domenica prossima, turno di riposo (sabato a Firenze è in programma Italia-Georgia). Poi, il 18 novembre, big match tra Piombino e Lions: di fronte le due candidate principali alla prima piazza conclusiva, l’unica che consegna il biglietto di sola andata per la finale playoff (la prima del girone toscano sarà abbinata alla prima del girone di C della Sardegna). Sotto il piacevole sole spuntato in questa prima domenica del mese di novembre sul sintetico del campo amico ‘Maneo-Settembrini’, i Lions - all’esordio tra le mura amiche - hanno giocato un match di altissimi contenuti. Pirotecnico ed emozionante il primo tempo, nel quale si sono registrate addirittura 7 mete (4 per i locali, 3 per gli ospiti). All’intervallo, punteggio altissimo (26-24 per i locali). In pillole la cronaca della prima frazione. Al 5’ meta rocambolesca del mediano livornese Magni: 5-0. Rispondono i Cavalieri cadetti, che con la meta del centro Noviri e 5 punti di piede dell’estremo Fratini rovesciano il punteggio: 5-10. I Lions rimettono il muso avanti al 16’, grazie alla meta in velocità del centro Novi, trasformata dall’apertura Rolla: 12-10. Al 26’ va a bersaglio di forza il terza linea centro e capitano amaranto Scardino. Rolla trasforma: 19-10. I Cavalieri non ci stanno e con un nuovo break di 0-14 (meta dell’apertura Turchi al 30’ e dell’ala Marioni al 35’, condite dalle trasformazioni di Fratini), tornano a condurre: 19-24. I Lions, sugli sviluppi di una touche in zona d’attacco, trovano il pertugio giusto con il pilone Fusco, che segna sulla bandierina sinistra. Dall’angolo, Rolla firma la trasformazione del 26-24. Equilibrata, ma meno ricca di marcature, la ripresa, caratterizzata dai calci piazzati di Rolla e Fratini. Rolla indirizza (6’) il penalty del 29-24. Risponde (con un penalty dalla linea di metà campo, al 12’, e con un tiro da sotto la porta, al 21’) Fratini: Cavalieri cadetti nuovamente in vantaggio, 29-30. I Lions, capaci di esaltarsi nelle mischie chiuse, non si scompongono. Rolla, con freddezza, indirizza tra i pali il penalty del nuovo sorpasso (32-30 al 23’), per poi consentire ai suoi di allungare (ancora con un calcio di punizione, al 29’) per il definitivo 35-30. Gran bella gara. Lo schieramento livornese: Valente V.; De Vincentiis (6’ st De Libero), Novi, Shehu, Campisi S. (37’ st Rela); Rolla, Magni; Scardino (cap.), Cortesi, Tamberi; Pulaha (36’ pt Ciandri), Sarno; Vitali G. (13’ st Bertini), Giusti, Fusco (37’ st Filippi). A disp.: Vitali L., Siviero. All.: Giampaolo Brancoli.
C2 FULGIDA ETRUSCHI
La Fugida Etruschi Livorno accusa più del dovuto le gravi assenze di sette ‘titolari’ (out per infortunio Ruffino, Capobianchi, Chiarugi, Bitossi, Sanacore e Mauro Incrocci e per squalifica De Robertis) e a Pistoia rimedia una sconfitta severa e grave. I verde-amaranto, nella sfida valida per la quarta giornata di C2, girone regionale 1 (il raggruppamento della Toscana occidentale) hanno perso, contro i validi padroni di casa, 53-0 (7 mete a 0). Per Pistoia, 5 punti agevoli (il bonus-attacco era già in cassaforte in avvio di ripresa), per i labronici nessun punto conquistato. Mancano 6 giornate alla fine di questa prima fase (30 punti potenziali per ciascuna squadra), ma la sensazione è che le possibilità di lottare per una delle prime tre piazze e dunque conquistare l’accesso alla poule promozione siano ora davvero ridotte al lumicino. La pausa di domenica prossima (sabato a Firenze è in programma Italia-Georgia) cade a puntino per riordinare gioco e idee. Questa la situazione in classifica dopo i primi 320’ di campionato: Lucca 18 p.; Pistoia 15; Gambassi 12; Rufus San Vincenzo 7; Fulgida Etruschi Livorno e Bellaria Pontedera 4. Al termine di questa prima parte del campionato, le prime tre passeranno alla poule promozione, le altre invece giocheranno la poule consolazione. A Pistoia, match sempre saldamente in mano ai locali. Pistoia in vantaggio 27-0 già all’intervallo. Gli ospiti fanno fatica anche nella ripresa, quando incassano l’ulteriore allungo degli antagonisti. La Fulgida, finora, nelle prime 4 giornate, ha ottenuti punti solo in occasione del match vinto 5-7 a Pontedera. Ora l’importante è far quadrato. D’obbligo risalire la china e dare un senso alle restanti 16 giornate di questa annata, che non deve diventare semplicemente ‘di transizione’…. Il quindici schierato da coach Daniele Campani a Pistoia: Amadori; Florio, Compiani, Franzoni (14’ st Colombi), Gaye; Recchi, Demiri; Brilli, Rossi, Bartoli (11’ st Marinari); Bonuccelli A. (21’ st Macchi), Bonuccelli F.; Bonaretti, Peruzzi, Tognini (11’ pt Ghiozzi).
UNDER 10 LIVORNO
Entrambe le formazioni dell'under 10 del Livorno Rugby hanno partecipato (e non certo da comprimarie…) al prestigioso torneo giovanile Compiani di Prato, organizzato dalla locale società del Gispi. Per il Livorno ‘1’, quarta piazza, con un brillante ruolino di 4 vittorie e 2 sconfitte (una nella prima fase a gironi, ed una nella finale per la terza posizione). Per il Livorno ‘1’, addirittura la seconda piazza, con un bilancio di 5 successi ed una sconfitta (rimediata nella finalissima). Le formazioni incontrate questa domenica durante il torneo sono state le 4 rappresentative del Gispi Prato, il Valdinievole, i Puma Bisenzio ed il Sesto Fiorentino. Squadre della Toscana orientale, che normalmente, nei classici raggruppamenti organizzati dal comitato toscano della FIR, non vengono ‘incrociate’ dai biancoverdi. Il secondo ed il quarto posto soddisfano in pieno gli allenatori-educatori Gabriele Biagiotti, Riccardo Fabbrini e Piero Chiesa. Ma ben più del numero delle vittorie ottenute nell’arco dell’evento e del (peraltro pingue) bottino di mete messe a segno, il motivo di maggior soddisfazione per i tre tecnici nasce dalla consapevolezza che tutti i numerosi atleti in rosa (si tratta di giocatori nati nel 2009 e nel 2010) sono in costante e confortante crescita. La loro serietà e la loro grande applicazione nel corso delle sedute di allenamento stanno consentendo di effettuare passi da gigante. Livorno ‘1’: Massimiliano Agostini, Filippo Aspromonti, Giovanni Campora, Diego Celati, Romeo Celi, Ugo Chiesa, Nicolò Compagnone, Alessio Desideri, Diego Padella, Christian Paolini, Edoardo Pezzin.  Livorno ‘2’: Michael Baggiani, Filippo Carrai, Gregorio Cecere, Filippo Del Moro, Pablo Fava, Francesco Fiorentini, Jacopo Gambogi, Jonny Giorgi, Giulio Lenzi, Marco Papini, Alberto Saltapari, Lorenzo Savi.
UNDER 6 LIONS
Solo realtà livornesi al ‘Festival’ riservato a rappresentative under 6. Il ‘Festival di Livorno’ è andato in scena in questo memorabile sabato di inizio novembre sul campo della via della Chiesa di Salviano, quartier generale dei Lions Amaranto. Al via del riuscitissimo evento (una sorta di raggruppamento), tre squadre Lions, due del Livorno Rugby e due degli Etruschi. Sotto la sapiente regia delle allenatrici-educatrici Manola De Martino, Elisa Del Pero e Laura Zucchi, i giovanissimi leoncini hanno ‘ruggito’ nel corso delle cinque partitelle disputate. Gli amaranto hanno dato un saggio delle proprie qualità tecniche, ma soprattutto, nel ‘Festival’ si sono divertiti. Coinvolti nei sorrisi di questi piccoli-grandi rugbisti i tanti adulti presenti a bordo campo. Più di un ‘Festival’, è stata la ‘Festa dello Sport’. Soddisfattissimi tutti quanti. Perfetta l’organizzazione della società Lions. Questa la composizione delle tre squadre amaranto. Formazione ‘1’: Pietro Benedetti, Achille Scardino, Tommaso Palermo, Dario Giordano, Ruben Ceraolo Matei, Santiago Spedale. Squadra ‘2’: Matteo Bertolini, Marco Vallerini, Tommaso Pannese, Giovanni Bertuzzi, Rodrigo Fagiolini. Squadra ‘3’: Zeno Cellai, Mattia Turchi, Giorgio Guidi, Mirco Rossi, Alessandro Del Frate.
UNDER 14 LIVORNO
Il mese di novembre è iniziato con una serie intensa di partite (e di mete realizzate, al solito…) per gli under 14 del Livorno Rugby. I biancoverdi, con la propria rappresentativa ‘1’, composta in prevalenza da atleti nati nel 2005, al secondo anno in categoria, hanno partecipato, giovedì 1, a Prato alla prima tappa del Superchallenge, il torneo nel quale sono impegnate le migliori formazioni italiane. I biancoverdi hanno chiuso sul quinto gradino della classifica generale. Tre giorni più tardi, il Livorno Rugby ‘2’, formato in prevalenza da giocatori del 2006 – fino a pochi mesi fa protagonisti tra gli under 12 – hanno giocato – e vinto in modo netto – a Grosseto, nella partita valida per la terza giornata del campionato toscano di fascia ‘2’. Nel Superchallenge del primo novembre, dodici (e tutte di spessore) le formazioni al via. I labronici hanno chiuso il proprio girone di qualificazione al secondo posto, per effetto della sconfitta rimediata 5-8 contro i Cavalieri Prato/Sesto e del successo 17-0 con il Colorno. Nella gara successiva, affermazione, 12-0, sulla Polisportiva L’Aquila. I biancoverdi hanno così ottenuto l’accesso alla finale per la quinta piazza, dove si sono trovati di fronte l’ASR Milano. Bello il match con i meneghini, chiuso con la vittoria dei ragazzi labronici 21-14. Positivo il bilancio dell’esperienza, anche se dopo gli eccellenti risultati colti nella primissima fase della stagione resta un po’ d’amarezza: qualche errore di inesperienza e troppo nervosismo hanno portato a giocare con poca lucidità la prima partita e a subire più del dovuto il gioco dei Cavalieri, che sono riusciti a spuntarla solo con un piazzato trasformato allo scadere. Ottimo il gioco espresso dai labronici nelle altre tre gare della giornata: il Livorno Rugby si è espresso su alti livelli sia in attacco sia in difesa ed ha superato avversari preparati. Buono il movimento di gioco nel complesso, ottima la reazione di carattere dopo la prima sconfitta. Poi, domenica 4, a Grosseto, il Livorno ‘2’ si è imposto 7-39 (1 meta a 7). Sul terreno (fangoso) dei maremmani, al cospetto di un avversario grintoso, ma inesperto, i giovanissimi biancoverdi si sono esaltati con il loro dinamismo. Ospiti abili nel tenere sempre vivo il pallone e a trovare mete di buona fattura. Domenica 11, quando molte squadre (seniores e giovanili) osservano un turno di riposo (sabato a Firenze è in programma Italia-Georgia), le due formazioni under 14 del Livorno Rugby scenderanno regolarmente in campo: sul ‘Maneo’, dalle 12, sfide con il Gispi Prato ‘1’ (fascia ‘1’, per la squadra biancoverde ‘1’) e con il Cus Siena (fascia ‘2’, per la squadra labronica ‘2’). Questi, in rigoroso ordine alfabetico, tutti gli atleti del Livorno Rugby under 14 grandi protagonisti, tra venerdì 1 e domenica 4, a Prato e a Grosseto: Autorino, Barsotti, Bernocchi, Bianchi, Bianchini, Brancoli, Buda, Cannone, Casini, Casolaro, Celi, Cioni, Coradeschi, Fava, Ferrini, Gambini G., Gambini T., Giammattei, Giordano, Giunta, Gizzarelli, Guzzo, Lenzi, Lubrani, Mannucci, Mazzoni, Michelucci, Migli, Mistri, Morelli, Nicastro, Niccolai, Paglini, Perucci, Quercioli, Raffo, Sabatini.
LIVORNO UNDER 6
Il mese di novembre si è aperto, per i giovanissimi atleti del Livorno Rugby under 6, con una vera e propria festa dello sport. Il raggruppamento ospitato nel pomeriggio di sabato sul terreno della via della Chiesa di Salviano - quartier generale dei 'cugini' dei Lions Amaranto Livorno - è stato memorabile per tanti rugbisti in erba. In mezzo ai sorrisi e in mezzo ad un sano divertimento, ben sette squadre cittadine si sono date appuntamento per una serie di gare. L'entusiasmo dei tanti giocatori in campo ha simpaticamente coinvolto anche gli adulti presenti a bordo campo. Al via dell'evento, tre squadre Lions, due squadre degli Etruschi e due, appunto, del Livorno Rugby. Il fango non ha certo fatto paura a questi giocatori. A suon di mete e placcaggi, i bambini hanno dato spettacolo. Soddisfattissime delle risposte giunte in questa occasione, nel raggruppamento (il 'Festival' come da questa stagione sono chiamati questi tipi di kermesse riservate agli under 6) appaiono le tre allenatrici-educatrici biancoverdi Federica Muzi, Ilaria Cirillo e Arianna Bernini.
Ecco la lista dei piccoli-grandi giocatori under 6 del 'glorioso' Livorno Rugby: Vittorio Lemmi, Diego Borelli, Giulio Cesare Campora,  Lorenzo Pezzin, Giacomo Borgioli, Mario Turio, Marco Alessio, Cristiano Aspromonti, Dorian Piroli, Giulio Turbati, Giorgio Martellozzo, Gregorio Giacomelli, Angelo Giulianelli.
UNDER 6 ETRUSCHI
Gli Etruschi Livorno under 6 si ‘sono sdoppiati’. Due le rappresentative verde-amaranto protagoniste, in questo primo sabato del mese di novembre, sul rettangolo di gioco della via della Chiesa di Salviano, il ‘quartier generale’ dei ‘cugini’ dei Lions Amaranto. A proposito di ‘cugini’: il raggruppamento (o ‘concentramento’ o ‘Festival’ che dir si voglia) andato in scena sul terreno salvianese ha coinvolto solo formazioni labroniche. Si sono giocate tanti derby cittadini, che hanno esaltato tutti i giovanissimi giocatori coinvolti e divertito i tanti adulti presenti a bordo campo. Tante mete nelle partite giocate dagli Etruschi ‘1’ e dagli Etruschi ‘2’ contro (sarebbe meglio dire.. con) le tre squadre Lions e le due squadre del Livorno Rugby. Tre le partite sia per la rappresentativa verde-amaranto ‘1’ che per la formazione ‘2’. Etruschi ‘1’: Edoardo Bani, Leonardo Cecconi, Saverio Bollaro, Violante Ferro, Danny Morelli, Nicola Ascenzi, Diego Cappagli. Etruschi ‘2’: Diego Bartoli, Giacomo Pollastri, Cristiano Cappagli, Enea Cecconi, Enrico Maria Campione, Samuele Marinari, Alessandro Bonsignori. Soddisfattissimi delle risposte giunte in questa memorabile giornata appaiono gli impagabili allenatori-educatori Etruschi Silvia Nocelli e Valerio Bartoli.
UNDER 8 LIVORNO
L’under 8 del Livorno Rugby si è sdoppiata. Una formazione si è resa protagonista, sabato, del raggruppamento andato in scena sabato sul campo della via della Chiesa di Salviano, quartier generale dei Lions Amaranto. L'altra squadra del Livorno Rugby (composta da Giorgio Campora, Ettore Carrara, Guido Chiesa, Lorenzo Danza, Tommaso Del Vivo, Simone Frà, Tito Franceschi, Pietro Marini, Ryan Rosini e Filippo Tani), sotto la guida degli instancabili allenatori-educatori Daniele Di Domenico e Alessia Fraschetti ha partecipato, domenica, a Prato, al Torneo Memorial Compiani giocando contro le squadre Gispi Aquile Prato, Valdinievole, CUS Siena, Gispi Bufali Prato e Sesto Fiorentino. Alto il livello di gioco espresso dalle valide formazioni presenti. I biancoverdi, con il loro impagabile entusiasmo, si sono esaltati e a suon di mete e belle azioni, hanno chiuso il prestigioso trofeo in terza posizione. Il podio della classifica è frutto del serio lavoro di tutto l’ambiente e dell’opera dei dirigenti e degli allenatori. E’, soprattutto, frutto, dell’ottimo livello già raggiunto da questi giovanissimi atleti, nati negli anni 2011 e 2012. Poche mete, ma - e quello conta molto di più - tanto divertimento - complice il fango... - per gli under 8 del Livorno Rugby, protagonisti in questo primo sabato del mese di novembre di un memorabile raggruppamento andato in scena sul campo della via della Chiesa di Salviano, quartier generale dei 'cugini' dei Lions Amaranto Livorno. Al via dell'evento, che ha simpaticamente coinvolto decine di giovanissimi atleti, nati negli anni 2011 e 2012, la rappresentativa 'locale' dei Lions, quella del Livorno Rugby e quelle degli Etruschi Livorno e del Firenze'31. Sotto la guida dell'allenatore-educatore Andrea Scapaticci, i giovanissimi (e validi) biancoverdi hanno affrontato le altre squadre. Come spesso succede in questo tipo di eventi riservati a compagini propaganda, si è dato vita ad un girone all'italiana: le varie formazioni si sono affrontate l'un l'altra in mini gare. L'entusiasmo dei giocatori ha coinvolto anche gli adulti, presenti a bordo campo. L'under 8 del Livorno Rugby era composta da: Claudio Benedetti, Giorgio Benetti, Athos Bonucci, Andrea Joel Campo, Zeno Catola, Raffaele Chiani, Pietro De Leonibus, Adele Del Moro,Valerio Giorgi, Manuel Mazzotta, Federico Napoli, Gabriele Piludu.
UNDER 14 LIONS
I Lions Amaranto Livorno under 14 stanno disputando, con buonissimi risultati, la fascia ‘2’ del campionato regionale di categoria. Dopo i larghi successi colti nei primi due turni (a Pontedera e in casa con il Grosseto), i ragazzi allenati da Davide Mantovani e Daniele Conflitto, nel quadro della terza giornata, hanno giocato sul campo dell’Acquacalda (il cosiddetto ‘Sabbione’) di Siena. Nella circostanza, oltre ai bianconeri padroni di casa ed agli amaranto, si è presentata all’appuntamento (dopo la richiesta in merito, accolta dal Comitato Toscano della FIR) anche il Firenze’31 ‘1’, squadra normalmente impegnata nella fascia ‘1’. Anziché la classica partita di campionato dalla durata di 50’, si è dunque disputato un triangolare, con gare – ciascuna – di 30’ (due tempi da 15’). I Lions hanno perso con il Firenze’31 ‘1’ 31-0 (19-0 il punteggio all’intervallo) ed hanno superato 12-0 (7-0 al 15’) il Cus Siena, squadra della propria fascia di competenza. Contro i padroni di casa, labronici a segno con le mete del centro e capitano Bernini e del seconda linea Quercioli, condite da una trasformazione dell’apertura Giorgi. La squadra amaranto composta da pochi elementi del 2005 e da tanti giocatori del 2006 (impegnati fino a pochi mesi fa tra gli under 12) sta continuando a crescere partita dopo partita, allenamento dopo allenamento. Domenica prossima alle 11,30 i livornesi, sul terreno amico di Salviano ospiteranno i Titani Viareggio. Lo schieramento iniziale nella prima delle due partite giocate a Siena (tra gli under 14 si gioca in 13, senza flankers; l’elenco parte dall’estremo e si conclude con il pilone sinistro): Spagnoli O.; Bacci, Contini, Bernini, Zampini; Giorgi, Pellegrini; Fappiano; Quercioli, Spagnoli D.; Vernoia, Porciello, Del Mazza. Ampio minutaggio anche per Falleni, Funghi e Tintori, inizialmente in panchina. Era presente a Siena, pur impossibilitato a scendere in campo, anche Paoli.
ETRUSCHI UNDER 8
Tre vittorie, un pareggio, 27 mete realizzate nell’arco delle quattro partite giocate, ma soprattutto tanto, tantissimo sano divertimento per gli Etruschi Livorno under 8 brillanti protagonisti, in questo primo sabato del mese di novembre, sul campo dei ‘cugini’ dei Lions Amaranto Livorno. Sotto la guida degli allenatori-educatori Davide La Rosa, Fulvio Incrocci e Carlo Ghiozzi, i giovanissimi verde-amaranto (si tratta di atleti nati negli anni 2011 e 2012) hanno disputato, sul terreno della via della Chiesa di Salviano, un simpatico raggruppamento (o concentramento che dir si voglia). Come spesso accade in questo tipo di eventi riservati a formazioni propaganda, tutte le compagini al via si sono affrontate l’un l’altra, dando vita ad un girone all’italiana. Gli Etruschi, in rapida successione, hanno pareggiato 5-5 (ogni meta un punto) con i Lions ‘2’, per poi superare il Livorno Rugby, i Lions ‘1’ ed il Firenze’31. Ottimi risultati tecnici, ma, quello che ben più conta, sul terreno salvianese si è visto lo spirito giusto da parte di tutti i protagonisti. Piccoli rugbisti crescono. Gli ‘Etruschini’ di scena sul terreno dei Lions: Adam Antonini, Lorenzo Angeli, Adriano Paolo Biagi, Diego Buti, Elia De Giulli, Diego Gennari, Matteo Feliciani, Tommaso Incrocci, Nathan Ferri, Ryan Romano.
LIONS UNDER 8
Profeti in patria. I Lions Amaranto Livorno under 8, nel raggruppamento ospitato in questo primo sabato del mese di novembre sul campo amico della via della Chiesa di Salviano, si sono messi in grande evidenza. Sotto la guida degli instancabili allenatori-educatori Salvatore Fusco, Vincenzo Liguori, Vittorio Abbiuso e Marco Dalla Valle, l’ampia rosa dei leoncini (si tratta di atleti nati negli anni 2011 e 2012) è stata divisa in due rappresentative. Al via del riuscitissimo evento, oltre alle due squadre targate Lions, c’erano, con una formazione ciascuno, anche Livorno Rugby, Firenze’31 ed Etruschi Livorno. Ciascuna delle due compagini amaranto ha giocato tre partite (evitato il ‘derby in famiglia’). Gare dalla durata di 12’. I Lions ‘2’ hanno chiuso imbattuti, con un ruolino di due successi ed un pareggio, i Lions ‘1’ hanno invece ottenuto due vittorie ed una sconfitta. Ben più dei risultati tecnici e del numero delle mete messe a segno, il dato saliente di questo memorabile pomeriggio è relativo al sano divertimento con cui tutti i numerosi atleti presenti sul terreno salvianese hanno accompagnato le proprie gesta. Uno spirito che ha simpaticamente coinvolto anche i numerosi adulti presenti a bordo campo. Lions ‘1’: Mattia Ceselli, Francesco Prestinari, Francesco Petrucci, Alessandro Della Santa, Elia Spagnoli, Cesare Botti, Gioele Carnelosso, Valerio Donati. Lions ‘2’: Filippo Aldovardi, Vittorio Ciaravolo, Diego Banchetti, Alessandro Botti, Michele Zampini, Nicola Marchesini, Gioele Sula, Andrea Balleri, Alberto Scardino.
UNDER 14 ETRUSCHI
Profeti in patria. Sul campo amico ‘Tamberi’, nel triangolare valido per la terza giornata del campionato regionale di categoria, fascia ‘3’, gli Etruschi Livorno under 14 hanno battuto, in modo largo e indiscutibile, sia il Piombino che il Cus Pisa. La squadra verde-amaranto sta continuando a crescere. Grazie alla seria opera della società labronica, è stata da questa stagione nuovamente allestita la rappresentativa under 14, affidata alla coppia di allenatori composta da Francesco Consani e Daniele Campani. I risultati non stanno tardando ad arrivare. In questo primo sabato del mese di novembre, sul ‘Tamberi’ si è giocato il triangolare con squadre della costa toscana. Ciascuna formazione ha disputato due gare di 30’ l’una. Nel match d’apertura, la scatenata formazione padrona di casa ha superato 39-0 (7 mete a 0) il Piombino. A bersaglio (dopo appena 22”) Zingoni, poi tripletta di Tognetti, meta di Merlo, nuovamente Zingoni ed infine Casini. Nella seconda partita, successo del Piombino 31-7 (5 mete a 1) sul Cus Pisa. Nella terza ed ultima gara, affermazione degli Etruschi, 45-0 (7 mete a 0) sul Cus Pisa. A segno Merlo, Tognetti, Del Secco, Longo e poi, con la sua seconda tripletta personale nel giro di pochi minuti, Zingoni. I risultati evidenziano l’andamento del triangolare, vinto, in scioltezza dai verde-amaranto. Gli Etruschi, nati negli anni 2005 e 2006, in grande evidenza sul ‘Tamberi’: Parziale, Giusti, Consani, Tognetti, Campani, Casini, Ceccarini, D'Apice, Del Secco, Longo, Merlo, Zingoni (capitano), Valentini, Sangiorgi, Caccavale.
UNDER 12 LIVORNO
Eccezionali i risultati ottenuti dalle due squadre del Livorno Rugby under 12 al prestigioso torneo Compiani, svoltosi in questa prima domenica del mese di novembre a Prato. Il ‘Livorno 1’ ha terminato al quinto posto, il Livorno ‘2’ addirittura ha chiuso sul secondo gradino del podio. Ecco i protagonisti di questa memorabile giornata. Livorno ‘1’: Raffaello Agostini, Alice Antonazzo, Daniele Bardi, Nicola Bargagna, Mattia Bartolini, Giano Bianchi, Davide Canziani, Edoardo D’Ammando, Alessio Galvagno, Matteo Lottini, Ettore Maltinti, Diego Norfini, Massimo Ricciardi, Leonardo Tosi. Livorno ‘2’: Diego Andreotti, Nicola Bargigli, Vittorio Borgiotti, Filippo Daddi, Jacopo De Rossi, Andrea Fulceri, Flavio Germelli, Cristian Isozio, Giorgio Mannucci, Alessandro Quartararo, Giulio Tavani, Massimo Tavani, Daniele Tosi. Anche in terra laniera, i giovanissimi atleti labronici - nati negli anni 2007 e 2008 -, hanno messo in mostra qualità di primissimo piano per la categoria. Il lavoro degli allenatori-educatori Alessandro Borgiotti, Rocco Montanaro e Michele Quartararo sta portando frutti sempre più concreti. Anche nella circostanza, i tre tecnici hanno deciso di dividere l’ampia rosa a disposizione in due squadre ‘equilibrate’. Entrambe le compagini biancoverdi sono parse brillanti in ogni fase. Particolarmente efficace il lavoro svolto in attacco, come evidenzia il dato delle tante marcature messe a segno. I risultati (ogni meta un punto) nelle partite giocate nella prima fase al ‘Compiani’: Livorno ‘1’ - Scandicci 2-4, Livorno ‘1’- Siena 7-3, Livorno ‘1’ - Gispi Prato ‘B’ 2-3, Livorno ‘2’ - Sesto Fiorentino 2-2, Livorno ‘2’ - Gispi ‘A’ 8-1, Livorno ‘2’ - Valdinievole 10-1. Seconda fase: Livorno ‘1’ - Valdinievole 8-1. Semifinale: Livorno ‘2’ - Scandicci 5-1. Finalissima: Livorno ‘2’ - Gispi Prato ‘B’ 3-8.

  

  

 

 

 

 

  

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie