Sport

4 novembre: le partite del rugby livornese della settimana

  • Pubblicato: Martedì, 04 Dicembre 2018 10:30
  • Scritto da Fabio Giorgi

Partite delle prime squadre del Livorno Rugby, serie B, Lions Amaranto, C1, e Fulgida Etruschi, C2, degli Old Lions, resoconto delle partite giovanili degli under 18 e 16 del Granducato, under 18, 14 e 6 del Livorno Rugby, under 14, under 8 e 6 Etruschi e under 8 e under 6 dei Lions. Domani, 5 dicembre, evento alle 19 al Palamodigliani e domenica prossima, alle 10, si giocherà all'interno del carcere cittadino 'Le Sughere' la partita tra la squadra dei detenuti 'Pecore Nere' ed il Grosseto. Sempre domenica prossima, alle 10, ci sarà, presso il teatro Quattro Mori, lo spettacolo natalizio organizzato dalla società Lions. Saliranno sul palco le squadre Lions Old, under 14, 12, 10, 8 e 6 e le squadre under 16 del Granducato.
SERIE B: LIVORNO RUGBY
LIVORNO RUGBY – CUS SIENA 43-3
LIVORNO RUGBY: De Donato; Stiaffini, Pellegrini, Ianda, Rattalino; Gesi, Zannoni; Piras (dal 15’ st al 24’ st Ciapparelli) (35’ st Merani), Basha, Bottari; Gragnani Giacomo (21’ st Pardini), Scrocco; Mangoni, Bastita, Ciapparelli (12’ st Sforzi). A disp.: Cristiglio, Gragnani Giorgio. All.: Marco Zaccagna.
CUS SIENA: Rossi; Faleri, Capresi, Gembal (3’ st Grazi), Bartolomucci T.; Mondet, Trefoloni; Moscatello (20’ st Halderman), Fusi (20’ st Interi), Tanzini; Carmignani, Marzi; Duprè (38’ st Rocchigiani), Comandi (30’ st Landi), Rocchigiani (1’ st Pezzuoli). A disp.: Bartolomucci F.. All.: Francesco Sacrestano.
ARBITRO: Paolo Acciari di Perugia.
MARCATORI: nel pt (17-3) 13’ cp Mondet, 14’ m. Piras tr. Gesi, 25’ m. Gesi, 33’ m. Ianda; nel st 5’ meta Gragnani Gi. tr. Gesi, 32’ m. Rattalino tr. Gesi, 34’ m. Basha tr. Gesi, 37’ m. Scrocco.
NOTE: giornata nuvolosa, con pioggia caduta durante il secondo tempo. Espulsioni temporanee per Basha (38’ pt) e Mangoni (14’ st). In classifica 5 punti per il Livorno (che ha vinto e si è assicurato il bonus-attacco; sette le mete realizzate) e 0 per il Cus Siena (nessuna meta all’attivo; passivo superiore alle sette lunghezze).
LIVORNO. Il Livorno Rugby è fresco, giovane e pimpante. Con 7 mete (3 siglate nel primo tempo e 4 messe a segno nella ripresa), i biancoverdi liquidano la pratica Cus Siena (43-3 il punteggio), conquistano la quarta vittoria in campionato e restano, in classifica, in scia del terzetto delle migliori. I labronici sono sempre quarti, ma riducono a 12 punti il ritardo dalla prima della classe (ora al vertice si trova la Florentia). Si devono ancora giocare, in questo girone d’andata, tanti scontri diretti tra le ‘big’. Per i livornesi è giusto continuare a viaggiare a fari spenti, ma nessuno vieta di guardare verso chi sta più in alto… Domenica prossima sfida esterna con lo Jesi. Poi, il 16, match interno con il Vasari Arezzo, il fanalino di coda, sempre più in crisi (già al 20’ del primo tempo, nell’incontro esterno con la Florentia, la squadra aretina ha dovuto alzare bandiera bianca: in arrivo sconfitta a tavolino e altri 4 punti di penalizzazione). Questi gli altri risultati della 7° di B, girone 2 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Romagna-Civitavecchia 15-15 (2-2), Jesi-Parma’31 20-22 (1-4), Florentia-Arezzo 20-0 a tavolino (5 a -4), Amatori Parma-Modena 33-3 (5-0), Reno Bologna-Rieti 17-19 (1-4). La classifica: Florentia 34 p.; Romagna 32; Civitavecchia* 26; Livorno 22; Am. Parma 21; Jesi e Parma’31*** 15; Modena 14; Cus Siena*** 8; Reno e Rieti* 4; Vasari Arezzo** -8. *Civitavecchia e Rieti scontano 4 punti di penalizzazione; **Vasari sconta 8 punti di penalizzazione; ***Parma’31 e Cus Siena figurano con una partita in meno. Contro il Cus Siena, ha brillantemente esordito con la maglia biancoverde il talentuoso flanker Dario Basha, classe ’96. Pur facendo i conti con uno schieramento ancora una volta rimaneggiato (solo 20 gli elementi a referto), i labronici sono parsi lucidi e concreti. Al 13’ sono gli ospiti a sbloccare il punteggio con un piazzato dell’apertura Mondet. Il vantaggio esterno resiste pochi secondi. Immediato il (definitivo) sorpasso dei locali. E’ il 14’ quando, dopo una fuga irresistibile dell’apertura classe 2001 Simone Gesi, il pallone giunge al terza centro Piras (classe ’99), che può tutto solo depositare in mezzo ai pali. Gesi trasforma: 7-3. Altro assolo (25’) dell’attivo Gesi, che va in meta sulla fascia sinistra. Livorno si esalta con i propri dinamici giovani. Al 33’ è il centro Ianda (altro classe ’99) a realizzare, in velocità, la terza meta della propria squadra: 17-3. Cartellino giallo (38’) per Basha. Nella ripresa, quando è sempre in inferiorità numerica, i padroni di casa mettono in cassaforte il bonus-attacco. La quarta meta porta la firma del valido seconda linea Giacomo Gragnani, a bersaglio sulla fascia sinistra. Gesi trasforma: 24-3 al 45’. Nella parte centrale del secondo tempo, Livorno, con le buone o con le cattive (giallo per il pilone Mangoni al 54’) impedisce alla mischia avversaria di siglare la meta con la quale potrebbero riaprirsi i giochi. I biancoverdi lottano strenuamente e nel finale prendono definitivamente il volo. Splendida, al 72’, la meta in contropiede dell’ala Rattalino (Gesi trasforma: 31-3). Significativa la meta, al 74’, di Basha (tra i migliori: 38-3 dopo la trasformazione di Gesi). Chiude i conti, con la settima meta della propria squadra, il sempre positivo seconda linea Scrocco. 43-3 il punteggio conclusivo. Livorno sa cosa vuole e sa come ottenerlo. I biancoverdi possono puntare ad un’annata ricca di soddisfazioni.
SERIE C1: LIONS AMARANTO
Segnano una meta in meno degli avversari, ma vanno alla cassa e raccolgono, per la quinta volta su cinque, l’intera posta in palio. Sul campo amico ‘Maneo’, i Lions Amaranto Livorno si sono imposti 34-31 sugli Amatori Cecina. Grazie ai 5 punti raccolti (successo e bonus-attacco; quattro le mete messe a segno), Scardino e compagni tornano solitari sul tetto della classifica. Per i cecinesi ‘solo’ 2 punti (bonus-attacco, con le cinque mete realizzate, e bonus-difesa, per lo scarto finale inferiore alle otto lunghezze). I Lions sorpassato in graduatoria l’Elba, che in questa 6° giornata ha osservato un turno di riposo. Domenica prossima, nell’ultima di andata, a Portoferraio, ‘big-match’ tra gli elbani e i Lions: saranno 80’ importantissimi (forse già decisivi) per la promozione. Questa la classifica in C1, girone F, poule 1, ad un turno dal giro di boa (tra parentesi le gare realmente giocate): Lions (5) 25 p.; Elba (5) 23; Cavalieri Prato/Sesto cadetti (5) 16; Piombino (5) 10; Cecina (5) 8; US Firenze (5) 6; Cus Pisa (6) 4. La prima accederà alla finale playoff dove incrocerà la prima del girone della Sardegna. Nel ‘derby della provincia’, contro gli Amatori Cecina, così come successo nel precedente impegno casalingo, giocato contro i Cavalieri cadetti, i Lions si sono riusciti ad imporre grazie al proprio attacco. Il punteggio alto (con 9 mete siglate in tutto nell’arco dell’equilibrato match) testimonia come non tutto, a livello difensivo, sia funzionato nel modo dovuto. I Lions hanno quasi sempre condotto. Nel primo tempo gli amaranto sbloccano il punteggio (5’) con la meta del pilone Fusco trasformata dall’apertura Rolla. Il Cecina, sfruttando un intercetto, risponde subito: meta e trasformazione dell’attiva apertura Ambrogini e al 6’ situazione in parità, 7-7. I Lions fanno gioco, esercitano un chiaro predominio territoriale, ma faticano a concretizzare. Nella seconda metà del primo tempo ‘solo’ 10 punti per gli amaranto, con il tallonatore Giusti (in meta al 23’) e con Rolla (per lui una trasformazione ed un piazzato al 27’). Il 17-7 all’intervallo va stretto ai Lions. Comincia, con l’inizio della ripresa, a piovere. Tanti gli ‘in avanti’, per i giocatori delle due squadre. Gli Amatori Cecina – squadra ben più quadrata rispetto a quanto indicherebbe la classifica – accorcia le distanze, con una meta siglata in azione di mischia. Ambrogini trasforma: 17-14 al 50’. I locali, nella parte centrale del secondo tempo, si fanno più concreti. Piazzato di Rolla al 58’, meta del mediano Matteo Magni (62’) e dell’estremo Valente (65’). Rolla arrotonda con le due trasformazioni. A 15’ dalla fine i Lions, con il loro break di 17-0, si issano sul massimo divario: 34-14 e bonus in ghiaccio. Il Cecina non demorde e nel finale sigla tre mete (!) con le quali mette paura agli antagonisti. Ambrogini trasforma solo una delle tre mete e gli amaranto conservano tre preziosissime lunghezze di margine. Finisce 34-31. Incontro corretto, con l’arbitro Salzillo che non è mai ricorso ai cartellini. Lo schieramento vittorioso in questo emozionante ‘derby della provincia’: Campisi (36’ st Giovannini); Banchieri (6’ st Di Mauro) (34’ st Magni N.), De Libero, Rela; Rolla, Magni M.; Scardino (cap.) (24’ st Del Moro), Cortesi, Sarno; Ciandri (15’ st Vitali L.), Pulaha; Vitali G. (34’ st Tichetti), Giusti, Fusco (15’ st Valente). All.: Giampaolo Brancoli.
C2: FULGIDA ETRUSCHI 
Difficile fare di più. La Fulgida Etruschi Livorno, sul campo dell’imbattuta capolista Lucca, lotta con generosità, ma non riesce a sovvertire il pronostico sfavorevole. I rossoneri padroni di casa si sono imposti 45-7. I lucchesi, con i 5 punti raccolti, consolidano il primato in graduatoria. Per la Fulgida, che sta ormai lavorando in vista della seconda parte dell’annata (la cosiddetta ‘poule consolazione’), nessun punto in graduatoria. Domenica prossima, sul ‘Tamberi’, i verde-amaranto ospiteranno, alle 14,30 il Bellaria Pontedera. Nel corso della gara con il Bellaria (e anche nel corso della partita in programma sempre sul terreno di via Russo, alle 12,30, tra le squadre under 18 di Granducato Livorno e Union Versilia) è prevista la raccolta fondi a favore di Telethon. Il tutto a dimostrazione dei valori nei quali la società degli Etruschi crede e che vanno ben al di là di un risultato sportivo più o meno brillante. Il Granducato, come noto, è la franchigia livornese attiva dal 2015 e frutto del lavoro sinergico tra gli stessi Etruschi e i Lions Amaranto Livorno. La classifica dopo 6 giornate del girone 1 di C2 (il raggruppamento della Toscana occidentale): Lucca 28 p.; Pistoia 21; Rufus San Vincenzo 16; Gambassi 13; Bellaria Pontedera 10; Fulgida Etruschi Livorno 4. Al termine della 10 giornate di regular season, le prime tre disputeranno, con le prime tre dell’altro girone toscano, la poule promozione. Le altre, invece, giocheranno la poule consolazione. Chiudere la prima fase del torneo al quarto, al quinto o al sesto posto non comporta alcuna differenza. La Fulgida, abbandonate le speranze di guadagnare il passaggio alla ‘poule dei grandi’ sta sfruttando queste partite per far acquisire significative esperienze a esordienti e a semi-esordienti. Insomma, si sta seminando per raccogliere in futuro buoni frutti. A Lucca, la Fulgida ha giocato un discreto primo tempo. Severo, per quanto visto nella prima parte del match, il punteggio di 15-0 indicato dal tabellone. Di fatto, nei primi 40’, la capolista si è limitata a sfruttare le ingenuità degli ospiti per trovare i primi punti del proprio match. Nella ripresa, i verde-amaranto sono apparsi meno lucidi. Lucca ne ha approfittato per mettere in ghiaccio il bonus-attacco e poi per spiccare il volo: 45-0 ad una manciata di minuti dal termine. In dirittura d’arrivo, per i labronici, meta della bandiera siglata da Borella, condita dalla trasformazione di Mauro Incrocci. Anche a Lucca, l’allenatore dei verde-amaranto Daniele Campani ha dovuto fare i conti con un’infermeria particolarmente affollata. Lo schieramento livornese: Amadori; Florio, Incrocci M., Franzoni, Gaye; Sanacore, Brilli; Ruffino, Demiri, Nobile; Bartoli, Marinari; Frosini, Bonaretti, Tognini. Entrati nel corso del match anche: Borella, Peruzzi, Macchi, Ascenzi.
EVENTO DOMANI AL PALAMODIGLIANI
Si avvicina un momento del tutto particolare per la società degli Etruschi Livorno e per tutti i giocatori – di ogni categoria – delle formazioni verde-amaranto. Mercoledì 5 dicembre, alle 19, avrà luogo, presso il Palamodigliani (Porta a Terra) la manifestazione di consegna delle nuove maglie. Coinvolti nell’iniziativa i rugbisti della prima squadra (C2) e i giovanissimi Etruschi under 14, 12, 10, 8 e 6. Sarà presente anche l’Assessore allo sport del comune di Livorno, Andrea Morini. Ci saranno inoltre i rappresentanti di tutti gli sponsor che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento. La manifestazione prevede la presentazione e la consegna della maglia nell’area all’interno del palasport, nei pressi del bar (ingresso cancello D). Successivamente sarà scattata la fotografia ufficiale sugli spalti, con tutti gli atleti presenti che indosseranno, appunto, la nuova maglia.
OLD LIONS
Secondo impegno nel campionato di categoria e secondo successo degli Old dei Lions Amaranto Livorno (simpaticamente ribattezzati ‘I Rino..Cerotti’). Sul campo amico di Salviano, i labronici allenati da Alessandro Brondi hanno battuto i ‘coetanei’ dei Sorci Verdi Prato. E’ finita 1-0 (in tale categoria si conteggiano solo le mete: non sono previsti calci di trasformazione), con la marcatura decisiva di Bertolini, a segno dopo un’azione tirata da Mantovani, su touche conquistata da capitan Baroni. L’ottima difesa ha permesso di conservare senza grossi rischi il risultato fino al triplice fischio finale. Vittoria di misura, nel complesso legittima per i livornesi, presentatisi sul terreno amico con questi 20 atleti: Vittorio Abbiuso, Marco Lenzi, Gianluca Gasparri, Luca Baroni (cap.), Marco Pierazzini, Enrico Quinti, Adriano Sanpaolo, Valter Ardizzone, Chiara Mattei, Carlo Ceselli, Emiliano Marchi, Francesco Bitti, Carlo Pelli, Antonio Masciullo, Luca Conticini, Emanuele Bertolini, Davide Mantovani, Lorenzo Lattanzi, Alessandro Chiesa, Antonio Cannavò. Ottima, in questo sabato di inizio dicembre, la prova offerta dai Rino..Cerotti. Il tutto più che mai considerando che sono stati schierati 3 esordienti; 5 i neofiti perfettamente integrati nell’ossatura composta da atleti veterani di lungo corso. Stanno portando frutti concreti le sedute supplementari organizzate ogni settimana dal tecnico Brondi: sedute che facilitano l’impatto con il rugby giocato. ‘Forse sono troppo vecchio per giocare a rugby, ma non oggi’…
LIVORNO UNDER 18
Settanta minuti intensi, equilibrati, dalle forti emozioni. Una gara severamente vietata ai deboli di cuore. Alla fine, ad andare alla cassa per riscuotere i 4 punti del successo sono stati i padroni di casa. Sotto un cielo grigio, in questa prima domenica del mese di dicembre, sul sintetico amico del campo ‘Maneo’, gli under 18 del Livorno Rugby si sono imposti 18-17 sui pari età dei Cavalieri Prato/Sesto. La sfida, valida per la 6° giornata del campionato èlite di categoria, ha confermato le importanti doti delle due squadre toscane. Grazie alla vittoria  – sofferta, ma nel complesso meritata –, i biancoverdi allenati da Luca Isozio, Stefano Gesi e Rossano Campochiari sorpassano in graduatoria i Cavalieri stessi (che si sono dovuti accontentare del punto relativo al bonus-difesa). A 3 turni dalla fine del girone d’andata, i labronici sono terzi. La graduatoria: I Medicei Firenze 30 p.; Amatori Parma 26; Livorno 22; Cavalieri 21; Romagna 14; Perugia e Modena 12; Valorugby 10; Parma’31 6; Florentia 2. Sono i livornesi, al 7’, a sbloccare il punteggio con un piazzato dell’attivo mediano di apertura Gianluca Tomaselli: 3-0. Al 7’ gli ospiti, con una meta trasformata, effettuano il sorpasso: 3-7. Contro-sorpasso (definitivo) dei biancoverdi al 19’, grazie ai sette punti (meta e trasformazione) del solito Tomaselli. Alla mezz’ora il seconda linea dei locali Alberto Pini va in meta e consente alla sua squadra di toccare il massimo divario: 15-7 all’intervallo. I Cavalieri tornano in scia, al 10’ della ripresa, con una meta non trasformata: 15-12. I livornesi mantengono il sangue freddo: preziosissimo il piazzato messo a segno da Tomaselli al 13’ s.t. (18-12). A 15’ dalla fine, i Cavalieri siglano la loro terza meta, ma non riescono a condire la marcatura con la successiva trasformazione. Livorno conserva dunque una lunghezza di margine (18-17), difesa con le unghie e con i denti, fino ad un finale di gara eccessivamente nervoso. Per i labronici una vittoria pesante mille tonnellate nell’economia del torneo. Due le mete per i labronici, tre per i Cavalieri: nessuna delle due formazioni si è dunque aggiudicata il bonus-attacco. Il quindici livornese iniziale: Trumpy; Barsotti, Capozzi (cap.), Del Fiorentino, Meini; Tomaselli, Zannoni; Angiolini, Mattei, Eliseo; Ianniciello, Pini; Andreotti, Campanile, Nanni. Entrati anche: Vellutini, Liperini, Freschi, Tattanelli, Bagnoli, Pieroni, Ghelardi.
GRANDUCATO UNDER 18
Solo un punto, quello relativo al bonus-difesa, per il Granducato Livorno under 18. Sul campo dell’Acquedotto di Lucca, contro i pari età ‘padroni di casa’ dei Titani Viareggio, la squadra giallo-bianco-rossa labronica ha perso 24-17. Quattro mete per i versiliesi (che dunque si sono aggiudicati, oltre ai quattro punti per il successo, anche il punto aggiuntivo, il cosiddetto ‘bonus-attacco’) e tre mete per gli ospiti (che hanno ottenuto solo un punto, in virtù del passivo inferiore alle otto lunghezze). Questa, dopo 6 giornate, la classifica nel girone regionale under 18: Ghibellini 30 p.; I Medicei Firenze ‘2’ 29; Mascalzoni del Canale 23; Cavalieri Prato/Sesto ‘B’ e Centauri 15; Cecina 13; Titani Viareggio 12; Granducato Livorno e Amatori Parma 7; Versilia* -4. *L’Union Versilia figura con 4 punti di penalizzazione. Domenica prossima, alle 12,30, i ‘Granduchi’ allenati dal terzetto Pelletti – Sarcina – Rolla ospiteranno l’Union Versilia. Durante il confronto, in programma al ‘Tamberi’, verranno raccolti fondi a favore del progetto benefico Telethon.  A Lucca, i Titani hanno sfruttato la propria fisicità. Sida in grande equilibrio fino a pochi istanti dalla fine. Al 67’ – cioè a 3’ dalla conclusione – punteggio in bilico, 19-17. In extremis, i viareggini hanno trovato la meta dell’allungo, quella del bonus-attacco, con la quale hanno fissato il punteggio sul 24-17. Con un briciolo di accortezza, attenzione e fortuna in più, i labronici avrebbero potuto evitare la sconfitta. Mete ospiti di Barsali (due volte a segno) e Pioli (una). In rigoroso ordine alfabetico, gli atleti under 18 della squadra livornese (il Granducato è la franchigia attiva a livello giovanile, nata nel 2015 e frutto del lavoro sinergico tra le realtà cittadine dei Lions Amaranto e degli Etruschi): Barba, Barsacchi, Barsali, Bicchierai, Bientinesi, Cavaliere, Iegre, La Rosa, Lischi, Martini, Mazzoni, Pacini, Pellegrini, Pioli, Porciello, Rum, Strazzullo.
GRANDUCATO UNDER 16
Una cotta, una cruda. Nella prima uscita del mese di dicembre, coincisa con la prima giornata del girone di ritorno del campionato regionale, le due rappresentative del Granducato under 16 – in due partite caratterizzate da punteggi alti – hanno colto risultati differenti. Successo esterno per la squadra giallo-bianco-rossa protagonista nel girone ‘2’, composto per il resto da formazioni della Toscana orientale, e sconfitta interna per l’altra formazione dei Granduchi, impegnata nel girone ‘3’, quello formato da squadre della Toscana occidentale. Il Granducato ‘girone 2’ ha vinto a Sieci 17-41 (3 mete a 7, 0 punti a 5 in classifica). Il Granducato ‘girone 3’ ha perso contro la sinergica realtà dei Mascalzoni del Canale (la franchigia nata nei mesi scorsi dalla collaborazione tra Elba e Piombino; il match si è chiuso sul 26-40, 4 mete a 6, con 1 punto per i locali e 5 per gli ospiti). In altre parole, le due squadre giallo-bianco-rosse si sono, entrambe, assicurate il bonus-attacco. Il Granducato ‘girone 2’ ha colto a Sieci la sesta vittoria in sei partite. Il Granducato ‘girone 3’ ha invece incassato la prima sconfitta, dopo le quattro affermazioni ottenute nei quattro turni precedenti. In under 16, il ‘girone 1’ viene considerato il girone èlite. Per una scelta – a conti fatti giusta – effettuata alla vigilia della stagione, i tecnici del Granducato under 16 Bertolini, Civita, Crivellari e Gaetaniello, vista la rosa ampissima a disposizione, hanno preferito non partecipare agli spareggi barrage per l’accesso al girone èlite, non hanno diviso il roster in due squadre squilibrate (la ‘A’ e la ‘B’) ma hanno preferito iscrivere due rappresentative di pari valore ai due campionati regionali. Le classifiche dopo i primi 6 turni. Girone 2: Granducato ‘gir. 2’ 29 p.; Florentia 26; Sieci 12; Ghibellini ‘B’* 9; Iolo 5; US Firenze ‘B’* 4. *Ghibellini ‘B’ e US Firenze ‘B’ una partita in meno. Girone 3 (tra parentesi le partite effettivamente disputate): Cavalieri Prato/Sesto ‘B’ (5) 25; Granducato ‘gir. 3’ (5) 20; Mascalzoni del Canale (4) 11; Scarlino (5) 10; Lucca (6) 7; CUS Pisa (5) 6. A Sieci, il Granducato ‘gir. 2’ è parso in gran forma. Brillanti le azioni che hanno permesso di siglare le 7 mete (condite da 3 trasformazioni). I giallo-bianco-rossi di scena alle porte di Firenze: Michelazzi, Dalla Valle, Tedeschi, Brondi, Matteini, Sbrana, Carniel, Lari, Ferra, Lo Coco, Novaro M., Novaro A., Ouhdif, Pannocchia, Capobianchi, Madrigali, Polese, Vodicer. A Salviano, viceversa, il Granducato ‘gir. 3’ è parso poco reattivo in fase difensiva. Le 4 mete messe a segno (condite da 3 trasformazioni) hanno permesso comunque di muovere la classifica. I giallo-bianco-rossi sconfitti nel derby delle franchigie: Lunardi, Cadau, Lentini, Meini, Tellini, Morelli, Castelli, Mazzi, Biagi, Chelli, Uccetta, Bernieri, Paolini, Fantozzi, Pacini, Sagliano, Del Pero. La società del Granducato è nata nel 2015 grazie alla collaborazione tra Lions Amaranto Livorno ed Etruschi Livorno. Al progetto ha poi aderito anche il Bellaria Pontedera. I ‘Granduchi’ sono attivi nei campionati giovanili under 16 e under 18.
LIVORNO UNDER 14
Il numero record di assenti (12 atleti fuori causa, per influenze, infortuni e motivi vari) non ha impedito agli under 14 del Livorno Rugby ‘1’ di presentarsi regolarmente sul campo ‘Querceto’ di Sesto Fiorentino e di imporsi sui padroni di casa dei Cavalieri Prato/Sesto 14-19 (2 mete a 3). La sfida, valida per la sesta giornata del torneo regionale di categoria, fascia ‘1’, ha pienamente confermato le qualità dei biancoverdi, non a caso finora capaci di vincere ogni incontro di campionato. Nella ‘fascia 1’ sono inserite le migliori 8 formazioni under 14 della Toscana. Nell’occasione, date le numerose defezioni, è risultato impossibile giocare il derby di ‘fascia 2’ previsto inizialmente al ‘Maneo’, tra la seconda rappresentativa del Livorno Rugby ed i Lions Amaranto. A Sesto, Ljubi, Gragnani e Tavella hanno utilizzato inizialmente questi 13 atleti (tra gli under 14 si gioca con mischie composte da soli 6 elementi, senza flankers): Gizzarelli, Autorino, Niccolai, Morelli, Bernocchi, Giammattei, Michelucci, Buda, Bianchi, Lenzi, Casolaro, Migliore, Mannucci. Entrati nel corso della gara anche Cannone, Cioni, Celi, Mazzoni e Bianchini. La partita con i Cavalieri era molto attesa. Una sorta di ‘spareggio’, dopo che nella primissima fase della stagione, in due tornei (e non in campionato), le due squadre avevano ottenuto, negli scontri diretti (in incontri dalla durata inferiore ai canonici 50’) una vittoria per parte (26-0 per i labronici, 8-5 per la sinergica squadra dell’URPS). In formazione largamente rimaneggiata, i ragazzi labronici hanno saputo reagire al momento di difficoltà con grande carattere, guidati da ottime prestazioni individuali dei ragazzi più grandi (quelli nati nel 2005). Anche i piccoli (i classe 2006) si sono messi in mostra con coraggio. Partita tiratissima. Primo tempo finito 7-7. All'inizio della ripresa, Cavalieri a segno (14-7). Gli ospiti accorciano con una meta non trasformata (14-12) e poi, a 3’ dalla conclusione, siglano la meta del definitivo sorpasso. Negli ultimi secondi, i livornesi resistono all’assalto dei padroni di casa. Per i biancoverdi un risultato davvero importante. Ottima gara, giocata con intensità, rara da vedere nella categoria, da parte di tutte e due le squadre. Occasione importante come banco di prova dove tutti i ragazzi impiegati hanno risposto al meglio, esprimendosi con il massimo impegno in ogni fase di gioco senza cali di tensione. Onore agli avversari che si sono dimostrati squadra solida con importanti individualità e sempre corretti.
ETRUSCHI UNDER 14
Nonostante il virus ha decimato la rosa, gli under 14 degli Etruschi Livorno hanno nuovamente ottenuto risultati di tutto rispetto nel nuovo impegno del campionato toscano di categoria (fascia 3). Il mese di dicembre si è aperto con il sorriso sulle labbra per gli atleti verde-amaranto guidati dagli allenatori Francesco Consani e Daniele Campani. Nel quadro della sesta giornata della fase centrale del torneo regionale, sul campo amico ‘Tamberi’, i labronici (nati negli anni 2005 e 2006) hanno ospitato un triangolare. Ciascuna delle tre squadre presenti ha affrontato le altre due, in gare di 30’. I padroni di casa hanno battuto, in rimonta, 24-14 (7-14 all’intervallo) il Piombino ed hanno superato 36-7 (22-0 al termine del primo tempo) il Mugello. Nell’altro confronto del triangolare, larga affermazione (45-0) del Mugello sul Piombino. Gli Etruschi, in tutto, hanno siglato dieci mete: cinque volte a bersaglio Tognetti, quattro Zingoni ed una Sangiorgi. I giocatori ‘profeti in patria’, capaci di esaltarsi sul campo amico ‘Tamberi’: Parziale, Consani, Campani, Tognetti, Zingoni, La Terza, Caccavale, Del Secco, D'Apice, Valentini, Merlo, Sangiorgi. I brillanti successi colti nella prima fase della stagione premiano il lavoro dei ragazzi e dei loro tecnici e premia l’opera della società, che si è prodigata in modo serio ed instancabile per allestire una squadra under 14, l’unica realtà che negli anni scorsi mancava come anello di congiunzione tra le formazioni propaganda (i verde-amaranto da tempo sono protagonisti nelle categorie under 6, 8, 10 e 12) e la realtà sinergica del Granducato (la franchigia - attiva nei tornei under 16 e under 18 - nata nel 2015 grazie alla collaborazione tra gli stessi Etruschi ed i Lions Amaranto). Il lavoro paga sempre.
LIONS UNDER 8
La grande festa dello sport si è consumata in questa fredda domenica mattina di inizio dicembre sul campo della via della Chiesa di Salviano, quartier generale dei Lions Amaranto Livorno. La festa dello sport, ospitata dalla stessa società labronica, ha coinvolto sette squadre under 8 della costa toscana. E’ stato un raggruppamento memorabile, nel corso del quale le formazioni presenti hanno messo in mostra qualità di primo piano per la categoria. Ma ben più delle doti tecniche, l’aspetto saliente, in questa bella occasione, è stato il divertimento coinvolgente di tutti i giovanissimi atleti (nati negli anni 2011 e 2012). I Lions, che vantano una rosa decisamente ampia, si sono presentati con tre formazioni. Al via anche due squadre del Rufus San Vincenzo, una dello Scarlino ed una dei Titani Viareggio. Ogni squadra ha disputato 5 partite di 8 minuti l’una. Per quel poco che conta, in tutto, per le tre formazioni Lions, il ruolino di marcia è stato di 8 vittorie, 1 pareggio e 6 sconfitte. Lions 1: Mattia Ceselli, Lorenzo Miovich, Matteo Tellini, Alberto Scardino, Elia Spagnoli, Filippo Aldovardi, Andrea Balleri. Lions 2: Diego Banchetti, Valerio Donati, Francesco Prestinari, Michele Zampini, Gioele Carnelosso, Cesare Botti. Lions 3: Nicola Marchesini, Alessandro Della Santa, Gioele Sula, Vittorio Ciaravolo, Andrea Salutini, Alessandro Botti, Dario Padovani. Soddisfattisimi delle risposte giunte dai 20 atleti utilizzati appaiono gli instancabili allenatori-educatori amaranto Salvatore Fusco, Marco Dalla Valle, Vittorio Abbiuso e Vincenzo Liguori.
ETRUSCHI UNDER 8
Solo successi per gli under 8 degli Etruschi Livorno nel riuscitissimo raggruppamento effettuato alle porte di Pistoia in questa grigia (almeno a livello meteorologico) domenica di inizio dicembre. Sul campo ‘Corsaro’ di Uzzano, quartier generale della società del Valdinievole, i giovanissimi verde-amaranto, sotto la guida degli allenatori-educatori Carlo Ghiozzi e Fulvio Incrocci, si sono esaltati. E’ evidente: a questa età l’importante non è vincere, ma partecipare. L’importante è solo acquisire esperienze e divertirsi con la palla ovale. Il tutto in un clima di grande entusiasmo, dentro e fuori il rettangolo di gioco. Poi, però, se arriva anche un buon bottino di mete, male non fa di certo… I labronici hanno superato tutte le altre avversarie presenti nell’occasione. Successi, in rapida successione, sul Valdarno, sui Puma Bisenzio, sui locali del Valdinievole, sul Massa e sullo Scandicci. Bello davvero il clima – e ribadiamo il dato delle marcature realizzate passa in secondo piano – che si è respirato. Tutti quanti, giocatori (si tratta di rugbisti nati negli anni 2011 e 2012), adulti e accompagnatori (un po’ meno giovani…) hanno vissuto, a Uzzano, una domenica davvero speciale. In rigoroso ordine alfabetico, ecco l’elenco dei giocatori verde-amaranto grandi protagonisti sul terreno ‘Corsaro’: Adam Antonini, Adriano Biagi, Nathan Ferri, Diego Gennari, Tommaso Incrocci.
LIVORNO UNDER 6
Entusiasmo alle stelle e tanto, tantissimo divertimento per i piccoli-grandi giocatori del Livorno Rugby under 6, brillanti protagonisti, in questa prima domenica del mese di dicembre, di un riuscitissimo evento (il cosiddetto 'Festival') svoltosi sul campo 'Coiano', quartier generale del Gispi Prato. In terra laniera, i biancoverdi si sono presentati con due 'agguerrite' squadre. L'ampia rosa ha permesso infatti, ancora una volta, agli allenatori-educatori Federica Muzi, Daniele Aspromonti e Ilaria Cirillo di iscrivere due rappresentative. Ecco il lungo elenco degli atleti biancoverdi di scena a Prato: Giulio Cesare Campora, Diego Borrelli, Vittorio Lemmi, Giorgio Serretti, Alessandro Iardella, Lorenzo Esposito, Cristiano Aspromonti, Giacomo Borgioli, Gregorio Giacomelli, Dorian Piroli e Gregorio Ghezzani. Simpatiche e vivaci le gare giocate dalle due formazioni biancoverdi contro (o per meglio dire 'con') le due squadre dei padroni di casa del Gispi e con Valdarno, Florentia e Firenze 1931. Il freddo pungente non ha fermato i piccoli rugbisti labronici che si sono fatti valere con tutte le compagini incontrate. Lo spirito di squadra aumenta ogni giorno di più tra questi atleti. I giovanissimi possono insegnare tanto agli adulti…
LIONS UNDER 6
Esaltante giornata di rugby per i ‘mini Lions’. I giovanissimi atleti della formazione under 6 amaranto livornese si sono messi in grande evidenza sul campo ‘Acquedotto’, quartier generale del Lucca Rugby. Su tale terreno di gioco, in questa prima domenica del mese di dicembre, si è svolto il cosiddetto ‘Festival’, il raggruppamento con varie squadre di categorie presenti. Nell’occasione, al via dell’evento, oltre ai ‘leoncini’ (che hanno partecipato con due rappresentative) ed oltre ai padroni di casa del Lucca, anche Titani Viareggio e due formazioni degli Etruschi Livorno. Nel ‘Festival di Lucca’ nessuno ha preso nota del numero delle mete messe a segno e di quelle incassate. Come spesso succede in questo tipo di kermesse, si è dato vita ad un girone all’italiana: tutte le squadre si sono affrontate l’un l’altra in simpatiche mini-gare. Nell’arco delle partitelle disputate (cinque per squadra), i Lions hanno ruggito mettendo in vetrina ottime qualità per la categoria. Brillante il gioco corale espresso. Soddisfattissime le allenatrici Manola De Martino ed Elisa Del Pero. Questo l’elenco dei piccoli-grandi atleti amaranto protagonisti a Lucca: Pietro Benedetti, Achille Scardino, Tommaso Palermo, Giorgio Guidi, Ruben Ceraolo Matei, Dario Giordano, Matteo Bertolini, Mirco Rossi, Marco Vallerini, Zeno Cellai, Giacomo Mannucci e Mattia Turchi.
ETRUSCHI UNDER 6
Il freddo pungente non ha certo impressionato gli under 6 degli Etruschi Livorno, grandi protagonisti al ‘Festival’ svoltosi nella mattinata di domenica al campo dell’Acquedotto di Lucca. Per i giovanissimi verde-amaranto è stato il quarto step (leggi la quarta uscita ‘ufficiale’) della stagione. La crescita di tutti quanti è evidente. Ma, nella categoria, ben più importante delle mete messe a segno e di quelle incassate, il dato saliente è relativo all’entusiasmo, alla voglia di giocare e di divertirsi. Il clima di festa, anche a Lucca (così come era successo nei precedenti ‘Festival’) ha coinvolto davvero tutti. La rosa degli ‘Etruschini’ si sta ampliando. In questo primo impegno agonistico di dicembre, si sono registrati debutti di alcuni bambini verde-amaranto, che si sono affacciati da pochi giorni nel mondo della palla ovale. I giocatori ruotati nelle due squadre degli Etruschi al campo ‘Acquedotto’: Giacomo Pollastri, Telemaco Marrucci, Enrico Campione, Saverio Bollato, Lorenzo Vesciano, Gabriele Farris, Samuele Marinari, Edoardo Bani, Violante Ferro. Presenti nel ‘Festival di Lucca’, oltre alle due formazioni Etruschi, una formazione del Lucca, una dei Titani Viareggio e due dei Lions Amaranto Livorno. Come spesso succede in questo tipo di eventi, tutte le compagini al via si sono simpaticamente affrontate l'un l'altra, in mini-incontri.

  

  

 

 

 

 

  

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

 

1. Cosa sono i cookie?

I cookie sono piccoli file di testo che i siti visitati dagli utenti inviano ai loro terminali, ove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visita successiva. I cookie delle c.d. "terze parti" vengono, invece, impostati da un sito web diverso da quello che l'utente sta visitando. Questo perché su ogni sito possono essere presenti elementi (immagini, mappe, suoni, specifici link a pagine web di altri domini, ecc.) che risiedono su server diversi da quello del sito visitato.

2. A cosa servono i cookie?

I cookie sono usati per differenti finalità: esecuzione di autenticazioni informatiche, monitoraggio di sessioni, memorizzazione di informazioni su specifiche configurazioni riguardanti gli utenti che accedono al server, memorizzazione delle preferenze, ecc.

3. Cosa sono i cookie "tecnici"?

Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall'utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web.

Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure, come ad esempio le attività di home banking (visualizzazione dell'estratto conto, bonifici, pagamento di bollette, ecc.), per le quali i cookie, che consentono di effettuare e mantenere l'identificazione dell'utente nell'ambito della sessione, risultano indispensabili.

4. I cookie analytics sono cookie "tecnici"?

No. Il Garante (cfr. provvedimento dell'8 maggio 2014) ha precisato che possono essere assimilati ai cookie tecnici soltanto se utilizzati a fini di ottimizzazione del sito direttamente dal titolare del sito stesso, che potrà raccogliere informazioni in forma aggregata sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito. A queste condizioni, per i cookie analytics valgono le stesse regole, in tema di informativa e consenso, previste per i cookie tecnici.

5. Cosa sono i cookie "di profilazione"?

Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell'utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell'utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

6. È necessario il consenso dell'utente per l'installazione dei cookie sul suo terminale?

Dipende dalle finalità per le quali i cookie vengono usati e, quindi, se sono cookie "tecnici" o di "profilazione".

Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti, mentre è necessario dare l'informativa (art. 13 del Codice privacy). I cookie di profilazione, invece, possono essere installati sul terminale dell'utente soltanto se questo abbia espresso il proprio consenso dopo essere stato informato con modalità semplificate.

7. In che modo il titolare del sito deve fornire l'informativa semplificata e richiedere il consenso all'uso dei cookie di profilazione?

Come stabilito dal Garante nel provvedimento indicato alla domanda n. 4, l'informativa va impostata su due livelli.

Nel momento in cui l'utente accede a un sito web (sulla home page o su qualunque altra pagina), deve immediatamente comparire un banner contenente una prima informativa "breve", la richiesta di consenso all'uso dei cookie e un link per accedere ad un'informativa più "estesa". In questa pagina, l'utente potrà reperire maggiori e più dettagliate informazioni sui cookie scegliere quali specifici cookie autorizzare.

8. Come deve essere realizzato il banner?

Il banner deve avere dimensioni tali da coprire in parte il contenuto della pagina web che l'utente sta visitando. Deve poter essere eliminato soltanto tramite un intervento attivo dell'utente, ossia attraverso la selezione di un elemento contenuto nella pagina sottostante.

9. Quali indicazioni deve contenere il banner?

Il banner deve specificare che il sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di "terze parti", che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze dell'utente.

Deve contenere il link all'informativa estesa e l'indicazione che, tramite quel link, è possibile negare il consenso all'installazione di qualunque cookie.

Deve precisare che se l'utente sceglie di proseguire "saltando" il banner, acconsente all'uso dei cookie.

10. In che modo può essere documentata l'acquisizione del consenso effettuata tramite l'uso del banner?

Per tenere traccia del consenso acquisito, il titolare del sito può avvalersi di un apposito cookie tecnico, sistema non particolarmente invasivo e che non richiede a sua volta un ulteriore consenso.

In presenza di tale "documentazione", non è necessario che l'informativa breve sia riproposta alla seconda visita dell'utente sul sito, ferma restando la possibilità per quest'ultimo di negare il consenso e/o modificare, in ogni momento e in maniera agevole, le proprie opzioni, ad esempio tramite accesso all'informativa estesa, che deve essere quindi linkabile da ogni pagina del sito.

11. Il consenso online all'uso dei cookie può essere chiesto solo tramite l'uso del banner?

No. I titolari dei siti hanno sempre la possibilità di ricorrere a modalità diverse da quella individuata dal Garante nel provvedimento sopra indicato, purché le modalità prescelte presentino tutti i requisiti di validità del consenso richiesti dalla legge.

12. L'obbligo di usare il banner grava anche sui titolari di siti che utilizzano solo cookie tecnici?

No. In questo caso, il titolare del sito può dare l'informativa agli utenti con le modalità che ritiene più idonee, ad esempio, anche tramite l'inserimento delle relative indicazioni nella privacy policy indicata nel sito.

13. Cosa deve indicare l'informativa "estesa"?

Deve contenere tutti gli elementi previsti dalla legge, descrivere analiticamente le caratteristiche e le finalità dei cookie installati dal sito e consentire all'utente di selezionare/deselezionare i singoli cookie.

Deve includere il link aggiornato alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti con le quali il titolare ha stipulato accordi per l'installazione di cookie tramite il proprio sito.

Deve richiamare, infine, la possibilità per l'utente di manifestare le proprie opzioni sui cookie anche attraverso le impostazioni del browser utilizzato.

14. Chi è tenuto a fornire l'informativa e a richiedere il consenso per l'uso dei cookie?

Il titolare del sito web che installa cookie di profilazione.

Per i cookie di terze parti installati tramite il sito, gli obblighi di informativa e consenso gravano sulle terze parti, ma il titolare del sito, quale intermediario tecnico tra queste e gli utenti, è tenuto a inserire nell'informativa "estesa" i link aggiornati alle informative e ai moduli di consenso delle terze parti stesse.

15. L'uso dei cookie va notificato al Garante?

I cookie di profilazione, che di solito permangono nel tempo, sono soggetti all'obbligo di notificazione, mentre i cookie che hanno finalità diverse e che rientrano nella categoria dei cookie tecnici, non debbono essere notificati al Garante.

16. Quando entrano in vigore le misure prescritte dal Garante con il provvedimento dell'8 maggio 2014?

Il Garante ha previsto un periodo transitorio di un anno a decorrere dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale per consentire ai soggetti interessati di mettersi in regola. Tale periodo terminerà il 2 giugno 2015.

www.57100livorno.it: registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno - e.mailinfo57100livorno@gmail.com  

Direttore Responsabile: Fabio Buffolino      Note Legali  -  Informativa sulla Privacy  - Informativa sui Cookie