Sport

Rugby: lunedì ripartono le attività delle giovanili Lions e del Granducato

Lunedì 1°giugno, dopo uno stop forzato di quasi tre mesi, è prevista, sui due campi in sintetico dell’impianto ‘Emo Priami’ di Stagno, la ripresa delle attività delle giovanili dei Lions Amaranto Livorno (under 14, 12, 10 e 8) e del Granducato (under 18 e 16). Si potranno ridurre le distanze sociali che si sono registrate nelle ultime (dure) settimane. E’ improprio parlare di ritorno ai ‘veri allenamenti’, viste le restrizioni dettate dall’emergenza della pandemia del Covid-19. In merito, la FIR ha pubblicato, domenica scorsa, le linee guida da osservare. Non sarà consentito l’utilizzo del pallone (o almeno non sarà messo a disposizione il pallone da parte della società) e, soprattutto, dovranno essere costantemente rispettate le “distanze sociali”, proprie delle attività sportive (2 metri anziché 1, e 10 metri sulla scia di corsa).
Questi i 18 punti che, in vista delle attività del ‘Priami’, dovranno essere tassativamente rispettati.
1) I genitori lasceranno gli atleti al cancello di entrata della struttura (dove li attenderanno i responsabili dell’accoglienza con un TRIAGE) e torneranno a riprenderli 30/40 minuti dopo (la durata della seduta varia a seconda dell’under). Si raccomanda la massima puntualità nel portarli e riprenderli per evitare assembramento; l’educatore prenderà il gruppo al cancello e lo riporterà sempre al cancello alla fine della seduta.
2) All’entrata è prevista la consegna del Modulo di Autocertificazione Covid-19 con sanificazione mani ad entrata ed uscita.
3) Non presentarsi all’ingresso della struttura con sintomi influenzali del giocatore e-o dell’accompagnatore.
4) Tutti quanti devono indossare la mascherina quando non praticano attività sportiva.
5) L’entrata degli atleti under 8, under 10 e under 12 sarà dal cancello principale, lato via Marx; l’entrata atleti under 14, 16, 18 dal cancello campo sintetico calcio, via Don Giovanni Verità.
6) Ogni atleta deve avere un proprio pallone con sopra scritto il nome.
7) I gruppi saranno di 7 atleti per le under 8/10/12 e di 10 ragazzi per le under 14/16/18.
8) Il lavoro da svolgere deve essere di atletica e gestualità individuale; sono vietati i passaggi e giochi di contatto fisico perché va mantenuta la distanza sociale.
9) Il gruppo si deve disporre in maniera lineare e non in fila, a 2 metri di distanza l’uno dall’altro, correndo in corridoi definiti dai cinesini; durante la sessione mascherine riposte nello zaino, con gli atleti sempre a debita distanza.
10) È vietato l’uso degli spogliatoi: finita la seduta gli atleti si metteranno una felpa e andranno a casa. 1
11) In caso di pioggia allenamento annullato.
12) Avvertire entro ora di pranzo eventuali assenze.
13) Chi non osserverà le regole in questo delicato momento verrà allontanato dal campo.
14) Il gruppo deve essere sempre lo stesso con lo stesso educatore.
15) Divieto assoluto di stazionamento alla fine della seduta.
16) Parcheggio campo chiuso e divieto ai genitori di stazionare in quell’area.
17) Portarsi una felpa e una borraccia e appoggiarla a distanza dalle altre.
18) Nella struttura tutti gli addetti devono indossare guanti e mascherina (solo quando raggiungerà la sua postazione, a debita distanza dalle altre persone, l’educatore potrà togliersi la mascherina).