Via La Libera, 80

03037 Pontecorvo (FR)

C.F. / P.IVA: 03116990601

DOVE SIAMO

MAIL & TELEFONO

Vuoi segnalarci un evento o un attività a Livorno? Contattaci!

Per ulteriori informazioni: info@57100livorno.it

logo57100
logo nuovo livorno librexpo 2.jpeg
logo57100
logo57100
etruria.jpeg
fb
instagram1

MAIL & TELEFONO

Direttore Responsabile Fabio Buffolino
Coordinatore Sergio Consani

+39 366 17 10 234

info57100livorno@gmail.com
 

Direttore Responsabile Fabio Buffolino
Coordinatore Sergio Consani

+39 366 17 10 234

info57100livorno@gmail.com
 

57100livorno.it è un quotidiano on line nato nel 2015, con, oltre ai redazionali, notizie di cronaca, arte e cultura, attualità, sport, politica. 57100livorno.it si occupa soprattutto di informare i cittadini della città di Livorno e provincia. 
 

57100livorno.it è un quotidiano on line nato nel 2015, con, oltre ai redazionali, notizie di cronaca, arte e cultura, attualità, sport, politica. 57100livorno.it si occupa soprattutto di informare i cittadini della città di Livorno e provincia. 
 

Categorie

Arrestato il responsabile della morte di Denny Guardia Magina

18-03-2024 10:42

Cortex

Cronaca, #57100livorno, #cronacalivorno, #carabinieri, #cronaca, #dennyguardiamagina,

Arrestato il responsabile della morte di Denny Guardia Magina

Su ordine della Procura della Repubblica di Livorno, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno, a seguito delle inda

Su ordine della Procura della Repubblica di Livorno, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno, a seguito delle indagini per la morte di Magina Guardia Denny, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di un trentaquattrenne tunisino, al quale era già stato contestato il reato di spaccio di sostanze stupefacenti il 15 novembre 2022 e che risultava indagato per omicidio. 

La vicenda nasce alle prime ore del mattino del 22 agosto 2022 quando il corpo del 29enne livornese Magina Denny venne trovato a terra dopo un terribile volo dal quarto piano di un alloggio di via Giordano Bruno, precipitato dalla finestra di un appartamento occupato abusivamente da spacciatori, non soccorso dai presenti nell’appartamento, alcuni dei quali, accortisi dell’evento, si erano solo preoccupati di darsi alla fuga, il 34enne cercando di non farsi vedere mentre alcuni erano tornati sul luogo ed avevano osservato a distanza lo svolgimento dei primi accertamenti. Il giovane sarebbe spirato all'ospedale di Livorno alcune ore dopo. L’evento aveva suscitato grande clamore nella popolazione dando origine a diverse manifestazioni in memoria di Denny per mantenere alta l’attenzione su quanto accaduto ed invocare giustizia per la sua morte. 

In particolare, l’arrestato ed un suo connazionale trentunenne erano stati accusati di aver trasformato l’abitazione occupata in via Giordano Bruno in una vera e propria centrale dello spaccio, conosciuta e molto frequentata, vendendo cocaina, marijuana e hashish. Secondo la contestazione, il luogo e la costante disponibilità di stupefacenti erano noti agli assuntori livornesi tanto che spesso le consegne avvenivano anche senza alcun precedente contatto telefonico. I militari erano riusciti a identificare 21 acquirenti a cui erano seguiti numerosi verbali di S.I.T (sommarie informazioni testimoniali) delle persone che potevano riferire circostanze utili ai fini delle indagini, come ad esempio di fondamentale importanza due ragazze (totalmente estranee a fatti) che erano presenti sulla strada al momento della precipitazione e che grazie alla loro prontezza di riflessi erano riuscite a riprendere la scena con i loro telefonini nonché la precipitosa fuga di alcuni soggetti dal luogo senza prestare soccorso giovane Denny.

All’esito della prima fase delle indagini, quando tuttavia erano ancora in corso accertamenti soprattutto di natura tecnico – scientifica, su disposizione del GIP del Tribunale di Livorno, a seguito di richiesta del Sostituto Procuratore titolare del fascicolo, il 34enne era stato rintracciato ed arrestato nella bergamasca mentre il 31enne ad Udine entrambi con l’accusa di ripetute cessioni di stupefacenti nonché detenzione ai fini di spaccio di 183 gr di marijuana e 70gr di infiorescenze della medesima sostanza rinvenuti dai carabinieri la notte dell’evento. Nell’ordinanza il Giudice concordò in pieno con le risultanze investigative raccolte dai carabinieri relativamente alla fiorente e strutturata attività di spaccio, evidenziando il concreto pericolo di reiterazione del reato, in particolare da parte del 34enne definito “cinico e scaltro spacciatore”, nonché la possibile fuga dei due soggetti, irregolari, che subito dopo la morte di Denny Magina avevano lasciato Livorno, il 31enne in particolare aveva addirittura lasciato l’Italia e chiesto asilo in un altro Paese europeo e nel momento del fermo ad Udine aveva provato a fornire ai carabinieri false generalità.

Relativamente all’ipotesi dell’omicidio, lo stesso Giudice ritenendo l’ipotesi verosimile e plausibile non la ritenne inattaccabile sottolineando che sarebbe stato necessario attendere gli esiti degli ulteriori accertamenti. 

La prosecuzione di “intense e sofisticate indagini” sulle circostanze narrate hanno portato i militari dell’Arma a raccogliere significativi elementi, cercando di “ancorare ogni giudizio ai dati scientifici” e riscontri documentali, per risalire alla chiara dinamica di quella notte, che sono stati riportati l’Autorità Giudiziaria labronica, senza fare troppo affidamento alle dichiarazioni rese dagli indagati nelle quali sono apparsi evidenti e tattici gli aggiustamenti delle posizioni.

Già in sede di primo sopralluogo da parte dei carabinieri, oltre al sequestro della droga, era iniziata la raccolta di elementi, dai contenuti dei telefoni delle due testimoni estranee alla vicenda alla verifica delle condizioni del giovane. Quest’ultimo, privo di portafogli era in possesso di diverse centinaia di euro ed aveva una ferita al labbro incompatibile con la caduta. Quest’ultimo elemento è stato accuratamente approfondito anche grazie alla perizia medico legale con la quale sono stati isolate 1291 particelle di materiale inorganico del diametro nell’ordine di frazioni di millimetri di platino ed argento, metalli utilizzati per la realizzazione di monili. All’atto dell’arresto, al trentaquattrenne fu sequestrato un anello, tuttavia, non compatibile con la ferita ma nel corso di uno dei sopralluoghi all’interno dell’appartamento, i carabinieri ne rinvennero e sequestrarono altri 4. Ricostruendo i movimenti dell’arrestato precedenti a quella notte, i militari hanno individuato delle immagini pubblicate in un social network nelle quali hanno riconosciuto uno degli anelli sequestrati alla mano del trentaquattrenne, che si definiva “pugile”, anello la cui forma e materiali sono compatibili con la ferita della vittima.

Altro elemento emerso in sede di accertamenti sono tracce di DNA dei due stranieri sui pantaloni di Denny Magina, rispettivamente all’altezza della caviglia destra e sinistra. 

All’esito delle indagini la ricostruzione sulla morte del giovane, sposata dal titolare del fascicolo e dal GIP è che il giovane, purtroppo dedito all’assunzione di droga, come confermato dagli esami tossicologici, aveva frequentato l’appartamento di via Giordano Bruno a più riprese quel giorno; poco prima delle 3 del 22 agosto 2022, sotto l’effetto di cocaina si trovava nei pressi della finestra dell’appartamento, tenuto volutamente lontano dagli altri assuntori verosimilmente per non mostrare loro i deleteri effetti dell’assunzione di droghe, con le spalle rivolte all’esterno, quando a causa di un litigio, sarebbe stato colpito con violenza al volto dall’arrestato alla presenza del 31enne e di un altro indagato. Visto che il giovane stava per precipitare, i due stranieri avrebbero provato ad afferrarlo alle caviglie, senza successo, da qui l’accusa di omicidio preterintenzionale per l’arrestato avendo l’indagato colpito violentemente un ragazzo stordito e quasi inerme in prossimità di una finestra aperta, sita al quarto piano di un edificio che ben conosceva. Lo stato del giovane è riscontrato dall’assenza di urla o rumori mentre la stretta correlazione tra il pugno di un uno violento ed aggressivo e la caduta che ha determinato la morte si evince dall’assenza di tracce ematiche nei pressi della finestra né sulla parte alta della maglietta da una ferita che se inferta prima, avrebbe lasciato tracce di gocciolamento. A nulla è valso il tentativo del trentaquattrenne di attribuire un’eventuale azione violenta alla terza persona presente sostenendo di aver lasciato l’anello sul tavolo e che subito dopo il tonfo lo avrebbe visto lavarsi le mani.

 

Link video: https://we.tl/t-Hjb1yoaPP6

vertical-shot-wired-fence-with-blurred-backgroundyoung-man-standing-near-window-holding-disposable-coffee-cup-reading-newspaperroof-columns-natural-history-museum-marseille-sunlight-francemedium-shot-talented-woman-singingsport

facebook
instagram
whatsapp

facebook
instagram
whatsapp

www.57100livorno.it @ All Right Reserved 2023 - Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno

www.57100livorno.it @ All Right Reserved 2023 - Sito web realizzato da Flazio Experience

Registrazione n° 3 del 03 dicembre 2015.  presso il Tribunale di Livorno

frozenbanner.jpeg
rumore.jpeg

Articoli correlati

blog-detail

Rimosso dal fondo dei Tre Ponti i resti di un veicolo
Cronaca, #57100livorno, #cronacalivorno, #treponti,

Rimosso dal fondo dei Tre Ponti i resti di un veicolo

Cortex

22-07-2024 18:33

Il Settore Protezione civile del Comune ha rimosso questa mattina dal fondo dell’arenile dei Tre Ponti, con un intervento durato dalle ore 5.30 alle o

Tunisino con divieto di avvicinamento alla ex, aizza il proprio cane contro un poliziotto
Cronaca, #57100livorno, #cronacalivorno, #polizia,

Tunisino con divieto di avvicinamento alla ex, aizza il proprio cane contro un poliziotto

Cortex

22-07-2024 18:24

I poliziotti di una volante, intorno alle 2 di questa notte, 22 luglio, notavano in via Verdi uno straniero di nazionalità tunisina, conosciuto agli o

#SENONTIPORTONONPARTO: lo spot della Polizia di Stato contro l’abbandono degli animali
Attualità, #57100livorno, #attualita, #poliziadistato, #senontiportononparto,

#SENONTIPORTONONPARTO: lo spot della Polizia di Stato contro l’abbandono degli animali

Cortex

22-07-2024 18:12

Al link le immagini della campagna contro l'abbandono degli animali: https://www.poliziadistato.it/pressarea/Share/link/a307dffe-42c5-11ef-afdf-736d73

Portoferraio: i controlli dei Carabinieri
Cronaca, #57100livorno, #carabinieri, #cronaca, #portoferraio,

Portoferraio: i controlli dei Carabinieri

Cortex

22-07-2024 18:01

Proseguono i controlli del territorio dei carabinieri della Compagnia di Portoferraio, anche in orario notturno, per il contrasto al consumo di droghe

Suvereto: denunciata giovane donna per danneggiamento ad arredi urbani
Cronaca, #57100livorno, #carabinieri, #cronaca, #suvereto,

Suvereto: denunciata giovane donna per danneggiamento ad arredi urbani

Cortex

22-07-2024 17:55

I Carabinieri della Stazione di Suvereto, dopo una serie di accertamenti e indagini, hanno denunciato in stato di libertà una giovane, già nota alle f

“Specchio del tempo”, la rubrica di Marco Biagi: amicizia, un vero baluardo per botteghe e negozi di vicinato
Redazionali, #57100livorno, #marcobiagi, #specchiodeltempo,

“Specchio del tempo”, la rubrica di Marco Biagi: amicizia, un vero baluardo per botteghe e negozi di vicin

Marco Biagi

21-07-2024 16:53

Marco Biagi, Educatore professionale 4humans.it Sono cresciuto a Livorno, una città italiana, dove i valori dell'amicizia sono ancora radicati. Le bot

Cecina: cinque giovani segnalati per possesso di stupefacenti
Cronaca, #57100livorno, #carabinieri, #cronaca, #cecina,

Cecina: cinque giovani segnalati per possesso di stupefacenti

Cortex

21-07-2024 16:35

I Carabinieri della Compagnia di Cecina hanno effettuato dei controlli per contrastare lo spaccio di stupefacenti.Nel corso dell’attività svolta per l

Minacce con machete al titolare di un bar: arrestato tunisino
Cronaca, #57100livorno, #cronacalivorno, #poliziadistato,

Minacce con machete al titolare di un bar: arrestato tunisino

Cortex

20-07-2024 12:19

Nella serata di ieri, 19 luglio, le volanti sono state inviate presso un bar in zona Shangai per la segnalazione di un cittadino tunisino in stato di

Antignano in festa: il programma
Attualità, Eventi, #57100livorno, #eventi, #attualitalivorno, #antignanoinfesta,

Antignano in festa: il programma

Cortex

18-07-2024 18:10

Sabato 20 e domenica 21 luglio torna “Antignano in festa”, manifestazione organizzata dall’associazione Vivi Antignano in collaborazione con la Miseri

Il Prefetto Giancarlo Dionisi incontra i dirigenti della Polizia di Stato
Attualità, #57100livorno, #polizia, #prefetto,

Il Prefetto Giancarlo Dionisi incontra i dirigenti della Polizia di Stato

Cortex

18-07-2024 17:35

Questa mattina, il neo Prefetto di Livorno, Dr. Giancarlo Dionisi, dopo pochi giorni dal suo insediamento, si è recato in Questura per incontrare i di

Due giovani, un serbo e un italiano, scippano un ottantunenne a Villa Fabbricotti: presi e arrestati
Cronaca, #57100livorno, #cronacalivorno, #polizia, #scippo,

Due giovani, un serbo e un italiano, scippano un ottantunenne a Villa Fabbricotti: presi e arrestati

Cortex

18-07-2024 17:20

Ieri 18 luglio, alle ore 17.30 circa, un cittadino ha chiamato il 112 dicendo di essere stato testimone di uno scippo ai danni di un uomo del '43. L’a

Identificati i due nordafricani autori di aggressione nei confronti di un connazionale
Cronaca, #57100livorno, #cronacalivorno, #carabinieri, #aggressione,

Identificati i due nordafricani autori di aggressione nei confronti di un connazionale

Cortex

18-07-2024 17:00

I Carabinieri della Stazione di Livorno Porto, al termine di un’attività di indagine, scaturita da una recente vicenda di aggressione, hanno individua

80° Anniversario della Liberazione di Livorno dal nazifascismo: venerdì 19 luglio
Attualità, #57100livorno, #attualitalivorno, #anniversariodellaliberazione,

80° Anniversario della Liberazione di Livorno dal nazifascismo: venerdì 19 luglio

Cortex

17-07-2024 18:42

Livorno, com'è sua tradizione, celebra due giornate storiche legate alla fine dell’oppressione nazifascista sulla città e sull’Italia.Venerdì 19 lugli

Visite guidate in lingua straniera al Museo Fattori
Arte e Cultura, #57100livorno, #arteecultura, #museofattori,

Visite guidate in lingua straniera al Museo Fattori

Cortex

17-07-2024 18:36

Nell’ambito del bando PNRR del Ministero della Cultura “Rimozione delle barriere fisiche e cognitive in musei, biblioteche e archivi” è stato istituit

Denunciato per lesioni un ultracinquantenne senza fissa dimora
Cronaca, #57100livorno, #carabinieri, #cronaca,

Denunciato per lesioni un ultracinquantenne senza fissa dimora

Cortex

17-07-2024 18:29

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Livorno hanno individuato e denunciato il presunto responsabile delle lesioni ripo

Isola d’Elba: una centrale di spaccio in casa, con hashish, cocaina e bilancini
Cronaca, #57100livorno, #carabinieri, #droga, #spaccio, #rionellelba,

Isola d’Elba: una centrale di spaccio in casa, con hashish, cocaina e bilancini

Cortex

17-07-2024 18:21

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia di Portoferraio con i colleghi della Stazione di Rio hanno arrestato un uomo di

“Bricolando al chiaro di luna”, gli artigiani protagonisti a Porta a Mare a Livorno
Attualità, Eventi, #57100livorno, #etruriaeventi, #portaamare, #eventi, #attualitalivorno, #bricolando,

“Bricolando al chiaro di luna”, gli artigiani protagonisti a Porta a Mare a Livorno

Stefano Corucci

17-07-2024 12:02

Sabato 27 e domenica 28 luglio, dalle ore 17 alle 23, l’artigianato è il grande protagonista sui canali del centro Porta a Mare. L'evento, che ha una

Chiede l’elemosina e importuna i clienti: denunciata
Cronaca, #57100livorno, #carabinieri, #cronaca,

Chiede l’elemosina e importuna i clienti: denunciata

Cortex

16-07-2024 11:50

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Portoferraio, a seguito di un intervento effettuato all’interno di un esercizio co

Spot della Polizia di Stato contro la violenza sulle donne
Attualità, #57100livorno, #attualita, #questononèamore,

Spot della Polizia di Stato contro la violenza sulle donne

Cortex

15-07-2024 16:47

La Polizia di Stato rilancia “Questo non è amore”, la campagna permanentedi comunicazione contro la violenza di genere, attraverso uno spot televisivo

Roberto Onorati, un fotoreporter che ha sempre amato la propria città
Cronaca, #57100livorno, #cronacalivorno, #robertoonorati,

Roberto Onorati, un fotoreporter che ha sempre amato la propria città

Sergio Consani

15-07-2024 16:39

Ci ha lasciati a 75 anni Roberto Onorati, un uomo appassionato al suo lavoro, alla fotografia e allo sport. Fotoreporter e organizzatore di eventi spo
man-home-having-videocall-with-family.jpeg

Iscriviti alla Newsletter

Lasciaci la tua mail per rimanere aggiornato su tutti i nuovi articoli del nostro blog. Lascia la tua mail qui sotto!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder